/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 29 agosto 2018, 15:08

Imperia: tutto pronto per la XX edizione delle Vele d'Epoca. Sessanta le barche iscritte. Il Sindaco "Ampliamo la manifestazione fuori dai nostri confini"

Un evento che quest’anno assume un’importanza particolare, come ha ricordato nel corso della conferenza stampa odierna l’assessore regionale Marco Scajola, che vede la Liguria tutta reagire con orgoglio dopo la tragedia dello scorso 14 agosto a Genova con il crollo del ponte Morandi

Imperia: tutto pronto per la XX edizione delle Vele d'Epoca. Sessanta le barche iscritte. Il Sindaco "Ampliamo la manifestazione fuori dai nostri confini"

Tutto pronto per il via alla ventesima edizione delle Vele d’Epoca – Panerai Classic Yachts Challenge, che si terrà sulla banchina di calata Anselmi, a Imperia, dal 5 al 9 settembre. Un evento che quest’anno assume un’importanza particolare, come ha ricordato nel corso della conferenza stampa odierna l’assessore regionale Marco Scajola, che vede la Liguria tutta reagire con orgoglio dopo la tragedia dello scorso 14 agosto a Genova con il crollo del ponte Morandi.

La Liguria c’è, Imperia c’è, visitatela. È questo il messaggio lanciato, e questo  è l’obiettivo anche in vista delle prossime edizioni. Lo ha detto anche il Sindaco Claudio Scajola, bisogna espandere la manifestazione, attrarre turismo da altre parti d’Italia e non solo.

Quest’anno Assonautica e lo Yacht Club di Imperia ci provano presentando quasi sessanta barche attualmente iscritte, tra cui alcune celebri nel mondo della vela, a cui si associa una serie di eventi collaterali a terra, a partire dal Silent Wifi Concert, che si terrà mercoledì alle 21.30, dopo la cerimonia di inaugurazione prevista per le 17.30. ogni sera sono inoltre previsti spettacoli musicali, itinerari gastronomici, show cooking, concerti e dj set, fino all’immancabile spettacolo pirotecnico di sabato sera. Non mancheranno inoltre le conferenze al Museo Navale che per l’occasione sarà aperto anche di sera al prezzo di 10 euro, ingresso comminato alla visita al Museo d’Arte Contemporanea di villa Faravelli, nell’ottica della volontà di creare un polo museale espressa dall’assessore alla Cultura Marcella Roggero, presente questa mattina all’inaugurazione.

“Ci siamo, finalmente, siamo quasi ai blocchi di partenza. – ha dichiarato - Il villaggio in parte è già realizzato, stiamo finendo alcuni dettagli, c’è un programma ricco di iniziative, ci sono appuntamenti inediti per le Vele d’Epoca, c’è la bellezza del raduno che fa parte della sua tipicità. Io invito tutti a venire in banchina a godere di questa cinque giorni e di seguirci sui nostri canali social e sul sito internet dove potrete trovare ogni informazione. Noi comunque vi aspettiamo in banchina”.

“Ne ho inaugurate molte. – ha detto Claudio Scajola ai giornalisti - È la terza volta che faccio il Sindaco, e questa edizione partì proprio allora. Direi che stavolta assume un significato particolare, perché è quella del rilancio della città. Come avete notato l’organizzazione degli stand sulla banchina è particolarmente ricca, abbiamo avviato dei lavori di bonifica di tutta quell’area, qui c’è il segnale di una ripresa di una manifestazione che è bella, ma che soprattutto significa il recupero del rapporto con il mare, perché questa città deve investire di più sul mare. C’è un bravo Yacht Club, ci sono diverse gare che vengono fatte. Sono tante le gare in calendario. Questa è storica, è una cosa diversa, però è significativa per le immagini. Dobbiamo cercare di proseguire su questo tipo di eventi. Intanto su questo particolare migliorare ancora di più questa manifestazione facendola conoscere di più fuori. Non può essere una manifestazione limitata soltanto alla conoscenza locale. Bisogna espandere questa bellissima manifestazione fuori dai confini della città, della regione, dell’Italia stessa. Bisogna cominciare questo percorso, e nel contempo mi auguro si possano trascinare altre importantissime manifestazioni. Vedremo nei prossimi giorni”.

“E’ un debutto alle Vele d’Epoca come presidente, - ha detto il presidente di Assonautica Enrico Meini - però ai tempi di Prada io ero nell’associazione panificatori a fare la focaccia all’interno della banchina. È un evento che a me sta dando molte soddisfazioni e soprattutto a tutto il gruppo. È un evento che mi auguro nel migliore dei modi. Sto pensando soprattutto al tempo. Le condizioni sono assolutamente belle, quindi l’estate dovrebbe continuare. Questo permette un afflusso di turisti e di visitatori ancora in amento. Dovrebbe essere una manifestazione turistico sportiva all’altezza della città di Imperia. Siamo soddisfatti di tutto il percorso, di tutto il lavoro fatto nei mesi passati”.

“E’ un evento ormai storico, - ha detto il presidente della Provincia Fabio Natta - ma moderno e attuale che chiaramente ha come protagonista Imperia, ma l’intero territorio, quello della riviera, della provincia, che va al di là, anche per la notoritetà che questo evento ha”. Natta, ricordando anche un’altra importante manifestazione che si terrà questo week end: l’Expo della Valle Arroscia, ha annunciato l’apertura straordinario del teatro Salvini di Pieve di Teco da venerdì 31 agosto a domenica 2 settembre dalle 15.30 alle 18.30, e quattro aperture straordinarie di villa Grock durante le Vele.

Presente anche l’assessore regionale Marco Scajola, in questi giorni impegnato a seguire da vicino gli sviluppi della tragedia di Genova: “Sinceramente dal 14 agosto a questa parte è la prima volta che mi capita di parlare agli organi di stampa fortunatamente per un bell’evento, che è quello di Vele d’Epoca. Come Regione Liguria, si legge e si vede sui quotidiani e sulle televisioni, siamo impegnati per quello che è stato il dramma del 14 agosto con il crollo del ponte Morandi. Vele d’Epoca è una manifestazione straordinaria che capita in un momento sicuramente importante perché, anche attraverso eventi come le Vele d’Epoca si può fare la promozione, non solo di Imperia e della provincia, ma di tutto il territorio ligure. La Liguria è viva, la Liguria c’è, può e deve essere raggiunta. Il nostro messaggio che mandiamo a chi ci ascolta da altre regioni d’Italia, dall’Europa, da tutto il mondo, è quello di dire, per stare vicino alla Liguria, venite in Liguria, venite a trovarci, a spendere dei giorni a Genova, a Ventimiglia. Tutto il territorio ligure è bellissimo e meraviglio, e soprattutto è raggiungibile. Quindi Vele d’Epoca aiuta a mandare un’immagine forte, un’immagine positiva e propositiva, e quindi noi siamo qua come Regione Liguria anche perché sosteniamo e siamo vicini a questo evento, siamo presenti anche in maniera fortemente concreta”.

Per un aspetto tecnico sulle barche in banchina, abbiamo chiesto al presidente dell’Imperia Yacht Club Marco Savini: “Le barche sono divise in quattro categorie, abbiamo i ‘Big Boath’, le barche d’epoca, le classiche e gli ‘spirit of tradition’. Sono barche che arrivano da tutto il mondo, con una loro storia, andiamo da Emilia che è stata commissionata dal Senatore Agnelli e questo mi fa piacere anche dirlo in virtù del fatto che Alfa Romeo è uno degli sponsor. Abbiamo barche su cui hanno fatto la luna di miele il principe Ranieri e Grace Kelly, che è una dei ‘moonbeam’, abbiamo una barca che è gemella del Tuiga, che è la barca che rappresenta lo Yacht Club di Monaco, che è ‘Mariska’, e abbiamo anche una barca che è stata restaurata da un cantiere di Imperia, che è EA, del 1952, e mi fa piacere dirlo perché è uno dei nostri soci, che è il cantiere di Mario Quaranta. Poi abbiamo ‘Serenade’, una barca che è stata commissionata per un violinista molto famoso nel secolo scorso, su cui Humphrey Bogart ha imparato ad andare in barca, e poi abbiamo anche due madrine che sono qua con me, Elena Oddone e Francesca Briano di cui voglio parlare con orgoglio perché sono state recentemente a Newport che è la città gemellata con Imperia, dove hanno disputato il campionato mondiale di 420, e saranno le madrine della manifestazione. Quindi con orgoglio noi di Club di Imperia annoveriamo anche veliste di caratura internazionale. Oltre loro c’è stato un altro equipaggio sempre di 420, che è andato gli europei di 420 in Portogallo, che sono Casano e Bozzano”.

Savini si sofferma sui ringraziamenti a chi ha contributo alla realizzazione dell’evento: “Ringrazio tutto lo Yacht Club di Imperia, perché io figuro, ma dietro di me c’è una serie di persone che hanno lavorato, tra cui l’architetto Oddone, che tra l’altro è il padre della qui presente Elena, e tutto lo staff, Mario Quaranta, Biagio Parlatore, che ha dato una mano. C’è tutto uno staff dietro, la nostra segretaria Antonia. Saranno tutti presenti in banchina durante questi giorni.  

Ad arricchire il tutto, mostre, laboratori e attività collaterali per famiglie e appassionati, tra queste l’installazione fotografica ‘Il Vento della Vita’, a cura di Settimio Benedusi, e i laboratori per i bambini di Costa Balenae. Da non perdere le dimostrazioni operative dei sommozzatori della Polizia di Stato e della Capitaneria di Porto. Inoltre, grazie al FAI e al comitato Sottotina, nelle giornate di sabato e domenica sarà possibile visitare villa Faravelli e la cupola del Duomo.

Automotive Partner di questa manifestazione sarà il gruppo FCA con il suo brand Alfa Romeo. Una flotta di quattro modelli sarà a disposizione di ospiti e regatanti come courtesy car. “Vele d’Epoca e Alfa Romeo – si legge sulla cartella stampa – condividono un DNA che sintetizza stile, competizione e passione”.

Le Vele d’Epoca Imperia nascono nel 1986 da un’idea di Pier Franco Gavagnin, direttore di Portosole Sanremo. Al primo raduno parteciparono circa trenta imbarcazioni. Negli anni seguenti la manifestazione è cresciuta fino a far parte dei circuiti internazionali. Nel 2006 Panerai ha inserito le Vele d’Epoca all’interno del Panerai Classic Yacht Challenge.

Gli altri sponsor dell’edizione 2018, oltre ad Alfa Romeo, anche il Frantoio Sant’Agata di Oneglia, Pommery e Toio. Le regate sono organizzate dallo Yacht Club Imperia, mentre la logistica a terra e gli ormeggi sono stati possibili grazie alla collaborazione di Go Imperia. Alle Vele va il contributo di Camera di Commercio Riviere di Liguria, del Comune di Imperia e della Regione Liguria, oltre al patrocinio della Marina Militare. 

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium