/ Economia

Economia | 26 agosto 2018, 08:15

Si prospetta un buon 2018 per l’olio nostrano, Coldiretti: “Annata di carica e danni limitati da parte della mosca”

Il gran caldo estivo non ha rovinato gli alberi e le olive, coltivatori ottimisti

Si prospetta un buon 2018 per l’olio nostrano, Coldiretti: “Annata di carica e danni limitati da parte della mosca”

In un’estate non certo entusiasmante per flussi turistici, la Riviera potrà consolarsi con le buone prospettive del mondo agricolo.

Dopo aver verificato che il gran caldo estivo non avrà conseguenze sulle colture (leggi la notizia cliccando QUI), arrivano buone notizie anche dal comparto olivicolo. Le parole del direttore provinciale di Coldiretti Domenico Pautasso non lasciano spazio al pessimismo. “Stiamo vedendo che sarà un’annata di carica” ha dichiarato Pautasso ai nostri microfoni.

Ci si aspetta, quindi, un 2018 con grandi quantità di olive e di olio con la speranza che la qualità possa essere all’altezza. E se, da un lato, il caldo ha risparmiato alberi e frutti, una tregua è arrivata anche dalla mosca che troppo spesso ha attaccato gli olivi nostrani. Pautasso nel suo commento alle prospettive per l’annata in corso afferma che “l’attacco della mosca dovrebbe essere limitato”, altro buon segnale per il 2018.

Buone prospettive anche per le vigne. Pare che, nonostante le temperature, sarà un raccolto favorevole. Nella speranza, come sottolineano da Coldiretti Imperia, non arrivino danni dalle grandinate autunnali.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium