/ Attualità

Attualità | 26 agosto 2018, 13:02

Taggia: nel 2019 una nuova scuola nel viale delle Palme, il Comune tra i primi nella graduatoria per i finanziamenti di Regione Liguria

Un progetto ingente che costerà 3.100.000 euro, con una richiesta di finanziamento pari a 2.400.000 euro.

Mario Conio, il sindaco di Taggia

Mario Conio, il sindaco di Taggia

Il Comune di Taggia è rientrato nella graduatoria di Regione Liguria per quanto concerne il Piano Regionale Triennale degli interventi di edilizia scolastica 2018/2020. Nelle scorse settimane è arrivata una prima conferma per l’amministrazione comunale tabiese che aveva puntato moltissimo su questo bando per la realizzazione di un nuovo edificio scolastico con l’intento di andare a risolvere la situazione di disagio nata in seguito alla chiusura dell’ex scuola Papa Giovanni. Un progetto ingente che costerà 3.100.000 euro, con una richiesta di finanziamento pari a 2.400.000 euro. 

Che cosa prevede il progetto? L’idea è di realizzare un edificio con una superficie lorda di circa 1200 metri quadrati, per una decina di aule. L’obiettivo dell’amministrazione è di arrivare nel 2019 con una nuova scuola nel cuore di Arma, destinata alla elementari e materne. In questo modo si andrebbero a mettere la parola fine sull’ex Papa Giovanni, la scuola chiusa nel 2009 e demolita nel 2017. In più, verrebbe meno anche il famoso progetto della scuola dell'infanzia all’interno della buca delle palme. 

Il nuovo edificio scolastico si muove in perfetta aderenza con il rifacimento integrale del Viale delle Palme. Il progetto è stato curato dagli uffici del Comune e prenderà circa 1/3 dell’area dell’attuale Parco Giochi nel viale. 

Ad oggi è ancora prematuro parlare di quanti soldi arriveranno ufficialmente da Roma per le scuole della Liguria. Taggia non è la sola ad aver partecipato ma indubbiamente tra i Comuni è uno di quelli ad aver conquistato una delle posizioni più alte della graduatoria regionale. Cauto il sindaco Mario Conio, che di fronte al risultato commenta: "Accogliamo con soddisfazione questo dato ma al momento siamo in una fase preliminare. La graduatoria andrà inviata a Roma per la successiva approvazione. Certo, questo rimane un risultato che offre una possibilità per dare vita ad una importante ed attesa opera di edilizia scolastica". 

A questo punto la graduatoria dovrà essere confermata dai Ministeri dell’Istruzione, dell’Economia e da quello delle Infrastrutture. Soltanto dopo questo passaggio sarà possibile comprendere se Taggia avrà abbastanza risorse economiche finanziate per procedere al progetto che porterà ad una nuova scuola, a 10 anni dalla demolizione della Papa Giovanni. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium