/ Politica

Politica | 25 agosto 2018, 09:32

Crollo ponte 'Morandi', Sonia Viale scrive al ministro Grillo: "Chiesta rivalutazione parametri Balduzzi e invierò firme raccolte su gastroenterologia"

"Ho rappresentato al ministro della salute Grillo, la situazione in cui la Liguria e Genova si trovano a seguito della tragedia che ha colpito il capoluogo ligure, sottolineando in particolare le ricadute anche sul sistema sanitario regionale determinate soprattutto dalle difficoltà nei collegamenti"

Crollo ponte 'Morandi', Sonia Viale scrive al ministro Grillo: "Chiesta rivalutazione parametri Balduzzi e invierò firme raccolte su gastroenterologia"

La vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale dopo aver affrontato come prioritá il tema dei trasporti sanitari verso Genova, tra le tante iniziative predisposte per far fronte all’emergenza conseguente al crollo del ponte di Genova ha anche inviato una lettera al ministro della Salute Giulia Grillo per chiedere, alla luce della tragedia di Genova e delle ricadute determinate su tutto il sistema sanitario regionale, la possibilità della temporanea sospensione dell’applicazione del Decreto Balduzzi (cosiddetto DM70). La LIguria ha rispettato il decreto ministeriale e ció ha comportato come conseguenza, tra gli altri, il declassamento (non chiusura) della struttura complessa di gastroenterologia di Sanremo e di chirurgia vascolare di Imperia.
Infatti, anche lo stesso primario di Sanremo dr. Conio , che ora ha effettuato una inspiegabile retromarcia tecnica per farne una battaglia esclusivamente politica, in una lettera inviata all’assessore esprimeva l’utilitá dell’accorpamento al Santa Corona per evitare la frammentazione delle strutture sul territorio, frammentazione che non porta alla qualità delle prestazioni erogate. Su cosa sia cambiato nel frattempo sui rischi sulla qualitá il dott. Conio non lo ha ancora spiegato.
Tuttavia nella lettera , dice l’assessore, “ho rappresentato al ministro della salute Grillo, la situazione in cui la Liguria e Genova si trovano a seguito della tragedia che ha colpito il capoluogo ligure, sottolineando in particolare le ricadute anche sul sistema sanitario regionale determinate soprattutto dalle difficoltà nei collegamenti.
La Liguria è una regione che ha rispettato i parametri del Decreto Balduzzi: a fronte di questo, ho chiesto al ministro di rivalutare la riduzione di alcune strutture, previste per legge, ai sensi di quel decreto”.
Sotto il profilo politico, la vicepresidente Viale aggiunge: “in questo particolare momento mi sarei aspettata un atteggiamento piú serio e di collaborazione da parte degli esponenti locali del Movimento Cinque Stelle, colleghi di partito del Ministro, rappresentati dall’onorevole Volpi e dal dottor Conio. Sarà comunque mia cura, in quanto assessore regionale alla Sanità, trasmettere al ministro Grillo, le firme raccolte a seguito della mia richiesta di sospensione temporanea dell’applicazione del Decreto Balduzzi, laddove ritenuto opportuno. A questo punto aspetto una risposta sulla deroga da parte del ministero della salute. Spero una volta inviate le firme al Ministro , di non assistere ad un un ulteriore cambio di opinione da parte dei due On. Volpi e dr. Conio ma che facciano la loro parte con il Ministro. ”

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium