/ Politica

Politica | 24 agosto 2018, 07:45

Il gruppo ‘Progetto Bordighera’ accusa l’Assessore Baldassarre di conflitto di interessi: “Da consulente legale non avrebbe dovuto votare un contributo all’Orchestra Sinfonica di Sanremo”

Politicamente c’è anche un altro elemento su cui l’ex Sindaco Giacomo Pallanca vuole focalizzare l’attenzione, ovvero il discorso di fine concerto del Direttore dell’Orchestra Sinfonica, Paolo Maluberti, che ha sottolineato con piacere il ritorno dell’Orchestra nella città delle Palme.

Il gruppo ‘Progetto Bordighera’ accusa l’Assessore Baldassarre di conflitto di interessi: “Da consulente legale non avrebbe dovuto votare un contributo all’Orchestra Sinfonica di Sanremo”

“Ritengo totalmente inopportuno che l'Assessore Baldassarre - che percepisce dei soldi come consulente legale dell’Orchestra Sinfonica - deliberi o sia presente ad una Giunta in cui vengono dati contributi all’ente con cui collabora”. Questo il commento dell’ex Sindaco di Bordighera Giacomo Pallanca in merito all'eventuale conflitto d’interessi dell’Assessore Marzia Baldassarre evidenziato dal gruppo consiliare ‘Progetto Bordighera’.

Secondo quanto segnalato, l’Assessore all’Ambiente della città delle palme, sarebbe anche consulente contabile, fiscale e legale dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo che, venerdì 3 agosto, si è esibita Giardini Lowe della città delle palme. 

Ad essere oggetto di contestazione è la presenza dell’Assessore alla Giunta che ha deliberato il contributo di circa 3 mila euro all’Orchestra sanremese, in data 27 luglio, e di essersi poi assentata in quella successiva dell’8 agosto, in cui si deliberava in merito al contributo ad ‘Area Sanremo’, di fatto legata all’Orchestra Sinfonica della città dei fiori. 

Presenza in Giunta che non è piaciuta nemmeno agli altri gruppi consiliari d’opposizione e che, come Progetto Bordighera, ritengono necessario un passo indietro sulla questione: “Non ho capito se l’avvocato Baldassarre si è reso conto di un possibile conflitto di interessi - afferma Mara Lorenzi - essendo una persona esperta di leggi, ci si augura che si sia accorta di questa eventualità. Non capisco come mai non si sia quindi comportata di conseguenza, ovvero allontanandosi da una riunione in cui si decidono delle cose relative all’ente per cui lei presta una consulenza".

"Rimango un po’ sorpresa del fatto che una persona esperta di legge possa non aver colto un conflitto di interessi che mi sembra chiaro - continua - non avrebbe dovuto essere coinvolta in questa delibera. Sindaco e Giunta, inoltre, dovrebbero essere a conoscenza degli altri suoi incarichi, non avrebbero dovuto permetterle di partecipare.” 

Giuseppe Trucchi chiede addirittura l’annullamento della pratica in oggetto: “Se ci sono i documenti da cui risulta questo e se ha un rapporto di consulenza con l’Orchestra Sinfonica - spiega - è evidente che questa delibera deve essere annullata.” 

Politicamente c’è anche un altro elemento su cui l’ex Sindaco Giacomo Pallanca vuole focalizzare l’attenzione, ovvero il discorso di fine concerto del Direttore dell’Orchestra Sinfonica, Paolo Maluberti, che ha sottolineato con piacere il ritorno della formazione musicale nella città delle Palme: “Come se dall’Amministrazione precedente questo fosse impedito - afferma Pallanca - vorrei ricordare che il 26 ottobre 2013 nasce l’Orchestra Sinfonica di Bordighera e che, il 29 ottobre proprio il Direttore Maluberti mandò una lettera ai professori d’Orchestra con cui vietava a questi ultimi “ogni forma di collaborazione con la neonata associazione denominata Orchestra Sinfonica Bordighera, per ovvie motivazioni di conflitto di interessi, oltre che danni economici al nostro ente.” 

Dichiarazioni che, però, lo stesso Paolo Maluberti, Direttore dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, ribadisce proprio in riferimento alla precedente Amministrazione: “Noi per cinque anni non abbiamo più lavorato con il Comune di Bordighera - afferma al nostro giornale - e posso dire che in quella città abbiamo fatto concerti per almeno 40 anni. E’ chiaro che, nel momento in cui viene creata un’Orchestra a pochi passi da noi, non andiamo ad incrementarla con dipendenti stipendiati, per un normale discorso di concorrenza. Non ci hanno più invitato, penso che sia legittimo dal punto di vista dell’Amministrazione, ma questo è stato. 

"Avevamo iniziato anche una collaborazione con Villa Regina Margherita, che poi si è interrotta. Facevamo concerti da sempre a Bordighera, ma non ci hanno più chiamato. Per quanto riguarda l’Assessore Baldassarre, non abbiamo un rapporto diretto con lei, ma con lo studio.  L’Assessore ha iniziato a collaborare in maniera sporadica con l’Orchestra, ha assistito il nostro presidente per una serie di pratiche, dopodiché se ci sia o meno un conflitto di interesse, questo non devo essere io a dirlo. E’ chiaro che non vi è alcun legame fra il compenso dovuto per la consulenza e l’incremento dei concerti o dei contributi dal territorio.” 

Per conto dell’Amministrazione è intervenuto sulla quesitone il Sindaco di Bordighera, Vittorio Ingenito, che rivendica quanto fatto in Giunta, nonché come in realtà non esista alcun conflitto d’interesse: “Il fatto di avere un incarico di consulenza presso un’istituzione che non ha finalità di lucro riconosciuta dal Ministero - spiega il primo cittadino - e di promuovere un’iniziativa per il il Comune di Bordighera che non va a intaccare assolutamente la nostra Orchestra, su cui vogliamo continuare ad investire, non rappresenta certo un conflitto d’interesse, che significa ben altro. Se questa è l’opposizione ben venga, peccato che non sia in grado di collaborare, si potrebbero fare sicuramente cose diverse.” 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium