/ Politica

Politica | 21 agosto 2018, 07:41

Vallecrosia: scuola A.Doria, Ufficio Anagrafe e ulteriore pulizia del torrente Verbone, 85 mila euro di interventi previsti nella prossima programmazione autunnale

Per quanto riguarda la manutenzione della Scuola Andrea Doria, questa prevederà la tinteggiatura, la messa a norma di alcuni serramenti e prese elettriche, nonché il rifacimento di parti della pavimentazione.

Vallecrosia: scuola A.Doria, Ufficio Anagrafe e ulteriore pulizia del torrente Verbone, 85 mila euro di interventi previsti nella prossima programmazione autunnale

Manutenzione della Scuola Andrea Doria, ulteriore pulizia del torrente Verbone e predisposizione dell’Ufficio Anagrafe alla distribuzione della carta d’identità elettronica. Questi gli interventi previsti dall’Amministrazione Biasi nella prossima programmazione autunnale che prevede un investimento di circa 85 mila euro. 

“Come anticipato durante la campagna elettorale e le prime fasi del nostro mandato - spiega il primo cittadino di Vallecrosia - stiamo iniziando ad organizzare una serie di interventi necessari per il decoro e l’immagine della città che, indubbiamente, deve riconquistare l’amore dei cittadini nei confronti del bene comune.” 

Per quanto riguarda la manutenzione della Scuola Andrea Doria, questa prevederà la tinteggiatura, la messa a norma di alcuni serramenti e prese elettriche, nonché il rifacimento di parti della pavimentazione. “Ovviamente - aggiunge Biasi - i lavori saranno terminati prima dell’inizio dell’anno scolastico.” A questo si aggiungerà la messa a norma dei bagni nella sala dell’Auditorium, problematica segnalata da molto tempo da parte dell’istituto scolastico. 

40 mila euro, questa la cifra stimata per la Scuola Andrea Doria, mentre 15 mila euro saranno impiegati per un’ulteriore pulizia a monte del torrente Verbone. Altro investimento importante, da 30 mila euro, sarà quello che riguarderà l’Ufficio Anagrafe in modo da rendere quest’ultimo a norma, per quanto riguarda l’accesso a persone diversamente abili, ma anche per la realizzazione della carta d’identità elettronica. Quest’ultima necessita di una struttura precisa e di spazi che rispondano alle caratteristiche indicate dalla normativa. “Dal mese di ottobre - conclude il primo cittadino Armando Biasi - i cittadini potranno usufruire anche di questo servizio.” 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium