/ Cronaca

Cronaca | 18 agosto 2018, 12:43

Sanremo: lotta senza quartiere contro i clienti che acquistano merce contraffatta al mercato, qualcosa inizia a cambiare?

Sembra che siano stati riscontrati i primi segnali di un cambiamento.

Sanremo: lotta senza quartiere contro i clienti che acquistano merce contraffatta al mercato, qualcosa inizia a cambiare?

Prosegue il contrasto alla compravendita di merce contraffatta sul mercato di Sanremo. La nuova campagna tesa a colpire i clienti sta iniziando a dare i suoi frutti. Questa mattina gli agenti della Polizia Municipale sono tornati a marcare stretto chi compra prodotti falsi dall’esercito di venditori ambulanti abusivi che operano al martedì ed al sabato tra i banchi dei commercianti in regola. 

Il primo segno tangibile osservato dagli agenti riguarda una lieve diminuzione di questi venditori illegali che hanno iniziato ad agire in maniera un po’ più nervosa rispetto a prima. Il principio è che se si riuscirà ad intaccare la domanda e quindi la clientela che si rivolge a loro, calerà sensibilmente il volume di affari e non sarà più così conveniente tentare di vendere sul mercato matuziano. Un concetto che inizia ad essere compreso anche dai clienti, prevalentemente francesi. Soltanto negli ultimi due giorni di mercato sono stati oltre una decina i verbali elevati contro chi ha comprato merce illecita. 

Una volta che la compravendita viene effettuata, si viene avvicinati da una pattuglia di agenti e scatta la sanzione. In casi come questi, si va da un minimo di 200 euro fino ad arrivare ad un massimo di 7mila euro a causa di svariate aggravanti dettate dalla situazione; oltre, naturalmente alla confisca della merce appena acquistata. Insomma un danno triplice se consideriamo anche i soldi dati al venditore abusivo. 

Contestualmente all’attività contro i clienti viene effettuata anche quella più tradizionale dei sequestri di merce, una fattispecie, quest’ultima, ormai rara. Gli agenti possono operare solo se ci sono le condizioni per non mettere a rischio l’incolumità dei cittadini. Nel corso della mattinata odierna sono stati sequestrati un centinaio di pezzi a marchio contraffatto; principalmente occhiali ed alcune borse.

In questi giorni, per sensibilizzare ulteriormente la popolazione ed i turisti contro il fenomeno della compravendita di merce contraffatta e sui rischi che si corrono, verranno affissi in città numerose locandine in più lingue. Inoltre, dalla settimana prossima due grossi manifesti di diversi metri, saranno posizionati in via Padre Semeria e valle Armea, in modo che il messaggio sia il più chiaro possibile per chi arriva in città. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium