/ Attualità

Attualità | 21 luglio 2018, 07:14

Molini di Triora: senso civico e amore per il territorio, ancora una volta i volontari puliscono le strade provinciali e comunali

L'azione dei volontari unico strumento di fronte alla cronica mancanza di fondi per la messa in sicurezza delle strade della Valle Argentina?

Molini di Triora: senso civico e amore per il territorio, ancora una volta i volontari puliscono le strade provinciali e comunali

Ancora una volta i volontari mettono in sicurezza le strade della Valle Argentina. Nei giorni scorsi, a Glori, un gruppo di almeno 20 persone ha proceduto ad un lungo lavoro di sfalcio dell'erba, di pulizia delle cunette e persino al taglio di un grosso ramo. Si tratta di impedimenti ai lati della carreggiata che rischiano di creare situazioni di pericolo per i tanti guidatori che percorrono le strade della vallata.

Molini di Triora con le sue otto frazioni in questi anni si è sempre arrangiata grazie al profondo senso civico che anima le persone di questi borghi. E' così che attraverso numerose giornate di volontariato nate spontaneamente nell'arco degli ultimi mesi, sono state ripulite le strade provinciali di Andagna e Corte e quelle comunali di Perallo, Gavano, Aigovo, Agaggio Superiore, Grattino ed infine Glori. Senso civico, tanto amore per questo territorio e grande forza di volontà hanno accompagnato i volontari in questa giornata di lavoro sotto un sole che non perdona. Lo sa bene l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Marcello Moraldo che ha espresso il suo più sentito ringraziamento al gruppo di volontari.

Come è ormai noto, l'azione di queste persone sembra essere l'unica soluzione per la pulizia di queste strade dell'entroterra  dove la vegetazione invade le corsie di marcia a causa della mancata manutenzione. Purtroppo le condizioni di sicurezza critiche della strada provinciale che attraversa questi borghi, così come lo stato degli asfalti, sono vincolate ad una cronica carenza di fondi. Una situazione grave e pericolosa quella della viabilità in Valle Argentina. Un problema vissuto quotidianamente dai suoi abitanti e spesso scoperto anche dai tanti turisti che vengono in visita in questo territorio.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium