/ Imperia Golfo Dianese

Imperia Golfo Dianese | 19 luglio 2018, 13:21

Docedo: sabato prossimo, appuntamento con la 'Nötte di Casùn' a Santa Brigida

L'evento è organizzato dall'associazione 'U Casô Növu'

Docedo: sabato prossimo, appuntamento con la 'Nötte di Casùn' a Santa Brigida

Dopo il grande successo della prima edizione, l’Associazione 'U Casô Növu' organizza sabato 21 luglio 2018 dalle ore 18 la rassegna 'Notte di Casùn' in località 'Santa Brigida' (quattrocentesca cappella che si trova lungo la strada Dolcedo/Monte Faudo e dista 6 chilometri da Dolcedo e 5 da Civezza).

Programma – dalle 18 arrivo partecipanti - preparazione scaletta - Cena – Inizio Manifestazione ore 21.

"Questo è un primo contatto  - si spiega nel comunicato - con chi pratica la canzone popolare o è anche autore di testi in una delle tante varianti della lingua ligure. I gruppi o i singoli che prenderanno parte alla manifestazione saranno tenuti a proporre 1 – 2 pezzi del loro repertorio a seconda del numero degli intervenuti. Trattandosi di una rassegna non è prevista una graduatoria così come non è previsto rimborso spese, mentre agli artisti sarà assicurata una buona e rustica cena e buon vino fresco. Agli artisti intervenuti sarà offerto un attestato di partecipazione da parte dell’organizzazione. Sarà un modo per passare insieme una bella serata all’insegna della musica e del nostro parlare antico".

“Un tempo nelle nostre campagne e nei nostri paesi era consuetudine cantare in molti momenti della giornata. Cantavano le donne al lavatoio e durante la raccolta delle olive, cantava il bacchiatore, cantava il panettiere mentre impastava o mentre portava il pane. Inoltre i giorni della festa si formavano gruppi spontanei che senza aver provato riuscivano ad intonare magnifici cori...Oggi quasi ci si vergogna di dare sfogo ad emozioni e sentimenti, perché il canto è in fondo anche questo: manifestare una parte di noi che spesso celiamo dietro ad un’immagine seria e distaccata. L’incontro a Santa Brigida sarà un momento...magico: sicuramente per il sito, dal quale si possono ammirare valli e abitati lontani e un mare senza fine; poi, per l’incontro informale tra tanti cantori dialettali che si uniranno in una vivace kermesse per innalzare le loro voci in una calda serata di luglio”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium