/ Cronaca

Cronaca | 18 luglio 2018, 14:52

Imperia: due condanne e due assoluzioni per il caso dei maltrattamenti alla casa di riposo Il Cicalotto di Pornassio

È la sentenza pronunciata nel primo pomeriggio dal Gup Paolo Luppi, giudice al processo con rito abbreviato che ha visto accusati di maltrattamento il personale medico sanitario della casa di riposo "Il Cicalotto" di Pornassio

Imperia: due condanne e due assoluzioni per il caso dei maltrattamenti alla casa di riposo Il Cicalotto di Pornassio

Due anni per il primario Jacopo Pisaturo, un anno e otto mesi per l'Oss Vjollca Ferhati, assoluzione per le dottoresse Barbara Canestro e Alessandra Capozza. È la sentenza pronunciata nel primo pomeriggio dal Gup Paolo Luppi, giudice al processo con rito abbreviato che ha visto accusati di maltrattamento il personale medico sanitario della casa di riposo "Il Cicalotto" di Pornassio.

La camera di consiglio, al termine del quale il giudice ha letto il dispositivo, è durata circa un’ora ed è stata preceduta dalle repliche del Pm Antonella Politi, che durante la scorsa udienza aveva formulato le richieste di condanna a un anno e sei mesi per Pisaturo, due anni e due mesi per Ferhati e un anno per Canestro e Capozza.

Precedentemente avevano patteggiato Elena Stoica, due anni, Daniela Arranga, quattro mesi e Massimo Deperi, due anni e otto mesi il terzo. Concludono il quadro le due richieste di messa alla prova di Barbara Armonti e Gleda Aschero.

Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Giovanni Di Meo, Luigi Basso che questa mattina ha assistito Vjollca Ferhati, Alessandro Mager difensore di Barbara Canestro, Carlo Fossati, Sandro Lombardi, Loredana Modaffari Nicola Ditta, Rachele De Stefanis, legale di Alessandra Capozza e Mario Scopesi difensore di Jacopo Pisaturo. Scopesi e De Stefanis appartengono al Foro di Genova.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium