/ Attualità

Attualità | 16 luglio 2018, 18:31

Raccolta differenziata: con il suo 60% Sanremo è al top tra le località turistiche più popolose. Nocita: “Un orgoglio per l’Amministrazione e per i cittadini” (Video)

“Quando ci è stata assegnata la certificazione ISO 14001 ci è stato riferito che nessuna città turistica delle dimensioni di Sanremo ha raggiunto il 60%”

Eugenio Nocita, Assessore all'Igiene Urbana del Comune di Sanremo

Eugenio Nocita, Assessore all'Igiene Urbana del Comune di Sanremo

Tra continua innovazione e progetti ambiziosi per il futuro, la raccolta differenziata di Sanremo continua ad ottenere apprezzamenti dagli addetti ai lavori.
Amaie Energia e Comune di Sanremo proseguono nel loro lavoro per semplificare la vita a cittadini e turisti con l’apertura degli “ecopunti” e con nuove infrastrutture per il conferimento dei rifiuti differenziati. E i risultati pagano.

Sanremo è ormai stabilmente sopra il 60% e, come ha dichiarato ai nostri microfoni lo stesso Assessore all’Igiene Urbana Eugenio Nocita, “con la prossima Amministrazione ci auguriamo di raggiungere il 65% di legge”. Se pensiamo che la differenziata ha preso il via solo due anni fa è un traguardo non da poco. Le resistenze iniziali sono state superate e ora si marcia spediti verso gli obiettivi fissati.

E la Città dei Fiori inizia a ricevere i primi apprezzamenti su scala nazionale per il lavoro svolto. Durante le verifiche per l’assegnazione della certificazione ambientale ISO 14001 è stato comunicato all’Assessore Nocita un record non di poco conto: Sanremo è la prima città turistica a raggiungere il 60% tra quelle delle sue stesse dimensioni e popolazione.

Il 60% è stato raggiunto e ci auguriamo con la prossima Amministrazione di arrivare al 65% di legge, ma già il 60% è un buon dato – ha dichiarato ai nostri microfoni l’Assessore Eugenio Nocita – di recente Sanremo ha ricevuto la certificazione ISO 14.001 che è una cosa importantissima per l’ambiente. Coloro che sono venuti per certificarlo ci hanno detto che nessuna città turistica delle dimensioni di Sanremo ha raggiunto il 60%. Questo è un orgoglio non solo per l’Amministrazione ma anche per i cittadini che ci hanno permesso di raggiungere questi livelli”.

Mesi di grande lavoro per Comune e Amaie Energia tra sanzioni (600 da gennaio a giugno) e lavoro per fare corretta informazione. “Le sanzioni sono l’ultimo anello dell’educazione – commenta Nocita – tutt’ora sono in campo una dozzina di studenti del Liceo per far capire cosa vuol dire fare la differenziata e l’importanza che ha e che non è uno sforzo così clamoroso. La sanzione per chi non si vuole adeguare a un sistema che deve essere virtuoso per il futuro della nostra città, per il futuro delle nostre colline e per il futuro delle giovani generazioni. A volte la sanzione può essere la soluzione per convincere chi è restio. Con Amaie Energia siamo presenti su tutto il territorio per l’estate che è un periodo critico specie per i turisti. Il turista, anche se nella propria città fa la differenziata, quando arriva nella città turistica forse ha voglia di vacanza e questa prevale sull’educazione. Anche per questo abbiamo sul campo due persone che parlano molte lingue, dall’arabo al russo, per far sì che tutti possano avere un’informazione corretta”.

Tante le novità in campo, come i nuovi punti di raccolta informatizzati: “Nelle realtà orografiche nelle quali è più difficile il “porta a porta” ci siamo adattati acquistando delle isole ecologiche informatizzate grazie alle quali possiamo avere uno spaccato delle abitudini degli utenti. Possiamo capire se l’utente si libera delle varie frazioni o se butta solo l’indifferenziato. Questo ci dà modo di capire quali sono le utenze più a rischio e muoverci di conseguenza”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium