/ Attualità

Attualità | 12 luglio 2018, 10:30

Sanremo Sostenibile spinge la petizione on line lanciata dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

Sanremo Sostenibile invita le cittadine e i cittadini a sostenere e sottoscrivere una petizione che interessa molti servizi pubblici locali.

Sanremo Sostenibile spinge la petizione on line lanciata dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

Al via una petizione on line lanciata dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, con cui chiedere al Governo e al Parlamento di mettere in campo tutte le iniziative necessarie per giungere allo scioglimento di ‘Arera’ e definire il ritorno delle competenze del servizio idrico integrato al Ministero dell’Ambiente.

Interviene in questo modo l’associazione matuziana ‘Sanremo Sostenibile’, che prosegue: “‘Arera’, che dal 1° gennaio scorso è subentrata ad ‘Aeegsi’, è l’autorità di regolazione per energia reti e ambiente, alla quale, dalla fase di ‘liberalizzazione’ dei così detti monopoli (servizi idrici, dell’energia elettrica e del gas naturale) ha assunto il ruolo di soggetto regolatore del mercato, con potere di controllo e di determina delle tariffe. Come non bastasse, con la legge di bilancio 2018 sono stati attribuiti all’autorità anche compiti di regolazione e controllo nel settore dei rifiuti. Il giudizio negativo sull’operato di ‘Arera’ nasce soprattutto dal mancato rispetto dell’esito referendario, poiché ha riportato sotto le mentite spoglie di ‘oneri finanziari’ la ‘remunerazione del capitale investito’, lasciando, che i soldi, e sono tanti, del settore idrico siano sottratti agli investimenti nel servizio - o per la riduzione della tariffa - per distribuirli invece come dividendi agli azionisti pubblici e privati. In ultimo ha sottratto ai Comuni il diritto di stabilire una tariffa annuale dell’acqua trasparente, equa e giusta, dimostrando di non tutelare né il servizio idrico né gli utenti, ma solo gli interessi delle aziende che dovrebbe controllare, dai finanziamenti delle quali dipende la sua stessa esistenza”.

“Allora la domanda è: quali sono i reali interessi curati da ‘Arera’? quelli dei cittadini o quelli dei privati? Se l'acqua è un bene comune e se l'obiettivo del Governo, come dichiarato, è la sua gestione pubblica, allora come atto propedeutico è necessario lo scioglimento di ‘Arera’ e il ripristino delle sue competenze presso il Ministero dell'Ambiente”. Sanremo Sostenibile invita le cittadine e i cittadini a sostenere e sottoscrivere una petizione che interessa molti servizi pubblici locali, cliccando QUI.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium