/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | giovedì 12 luglio 2018, 12:55

San Bartolomeo al Mare: ieri per gli abitanti e i turisti di Pairola è tornato l'incubo della mancanza di acqua come l'estate scorsa

L'esasperazione tra gli abitanti di Pairola è grande e la gente per strada si lamenta del fatto che nessuna autorità competente sia passata ad avvisare la popolazione del guasto o per lo meno a dare spiegazioni sulla situazione.

San Bartolomeo al Mare: ieri per gli abitanti e i turisti di Pairola è tornato l'incubo della mancanza di acqua come l'estate scorsa

Gli abitanti di Pairola, una frazione di San Bartolomeo al Mare, a distanza di un anno sono nuovamente alle prese con la mancanza d'acqua. Ieri, dai rubinetti del paese non è più uscita una goccia d'acqua dalle tre di notte sino alle 15 per poi rimancare alle ore 19.

Nonostante le diverse chiamate da parte di alcuni cittadini al numero verde di Rivieracqua non sono pervenute risposte esaustive sul problema e sui tempi di ripristino del servizio idrico. Inoltre alcuni cittadini, hanno comunicato che il comando di Polizia di San Bartolomeo al Mare, non sapendo cosa rispondere e come intervenire sul problema, si è solo limitato a consigliare  di chiamare il servizio guasti di Rivieracqua.

L'esasperazione tra gli abitanti di Pairola è grande e la gente per strada si lamenta del fatto che nessuna autorità competente sia passata ad avvisare la popolazione del guasto o per lo meno a dare spiegazioni sulla situazione. I cittadini si sentono abbandonati dal comune, anche se non ha più la gestione dell' acquedotto. Secondo alcuni di essi l'Amministrazione ha però il dovere di fare fronte all'emergenza con tutti i mezzi per tutelare la popolazione e far sì che vengano forniti serbatoi d'approvvigionamento finché la situazione non ritorni alla normalità.

Lamentano inoltre bollette sempre più care e servizi sempre minori, soprattutto in caso di bisogno. Il paese chiede  al comune che si intervenga sull'impianto idrico di Pairola in modo definitivo, dato che è ormai obsoleto e non sopporta più il carico, anche a causa dell'aumento delle utenze. In attesa di un ripristino della rete idrica i disagi continuano.

Maurizio Losorgio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore