/ POLITICA

POLITICA | mercoledì 11 luglio 2018, 18:15

Imperia: ipotesi di riapertura al traffico di via Cascione. Interviene Luca Lanteri "Manterrei la pedonalizzazione, ma devo confrontarmi con gli altri partiti"

"Personalmente io sono per ampliare la vivibilità, e quindi le isole pedonali. In campagna elettorale avevamo detto che avremmo valutato le ipotesi di modifica, per cui prima di esprimermi mi riservo di sentire altri esponenti del centrodestra".

Imperia: ipotesi di riapertura al traffico di via Cascione. Interviene Luca Lanteri "Manterrei la pedonalizzazione, ma devo confrontarmi con gli altri partiti"

Anche Luca Lanteri, alle scorse comunali principale avversario di Claudio Scajola, interviene sull’ipotesi di riapertura al traffico di via Cascione criticando l’amministrazione comunale per le modalità con cui si è rivolta alla cittadinanza nel proporre il sondaggio sull’individuazione delle fasce orarie.

Sono partiti con il piede sbagliato proponendolo solo a residenti e commercianti. – spiega Lanteri a Imperia News – A questo punto avrebbero potuto rivolgerlo solo ad Antonio Gagliano. Io credo che via Cascione sia un problema della città, non solo di commercianti e residenti”.

Qual è la linea del vostro gruppo? Faremo a breve un incontro e poi ci riuniremo con i partiti che hanno sostenuto la nostra coalizione. Personalmente io sono per ampliare la vivibilità, e quindi le isole pedonali. In campagna elettorale avevamo detto che avremmo valutato le ipotesi di modifica, per cui prima di esprimermi mi riservo di sentire altri esponenti del centrodestra”.

Lanteri manca in Consiglio Comunale dal 1999, mentre in giunta non siede dal gennaio 2011. Lunedì è pronto al ritorno: “Sono un po’ arrugginito, ma pronto a tornare. Aspettiamo gli indirizzi di governo del nuovo Sindaco e speriamo ci arrivino in tempo per poterli valutare prima del Consiglio”.

Ha già incontrato il Sindaco? Non ancora. Dopo il voto sono stato via per qualche giorno, ma la settimana seguente ho dato la mia disponibilità. Aspetto una chiamata”.

Non farà come alcuni suoi colleghi che hanno rifiutato l’invito del primo cittadino? No, anche se devo dire che noi avevamo il programma più completo e articolato. A Scajola basterebbe leggere quello per rendersi conto della nostra linea. Detto questo al Sindaco si deve il rispetto istituzionale”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore