/ Cronaca

Cronaca | 21 giugno 2018, 21:44

Sanremo: liti che vanno avanti da 10 anni, il 41enne Alessandro Verrigni uccide il rivale Fernando Foschini in mezzo alla strada, arrestato nella zona di Villa Helios (Foto e Video)

I fatti sono avvenuti alle 18 in via Padre Semeria, quando Verrigni ha speronato il rivale, colpendolo poi tre volte al petto con un coltello.

Il momento dell'arresto di Alessandro Verrigni (Foto Tonino Bonomo)

Il momento dell'arresto di Alessandro Verrigni (Foto Tonino Bonomo)

Una serie di screzi che risalgono a 10 anni fa, liti che si sono susseguite nel tempo per motivi che ora sono al vaglio degli inquirenti e che sono culminate questa sera poco dopo le 18, in via Padre Semeria.

Secondo il racconto di alcuni testimoni, il 62enne Fernando Foschini, titolare di un bar in frazione Coldirodi, sta viaggiando in scooter proprio per rientrare verso l’esercizio, quando lo scooter del 41enne Alessandro Verrigni lo sperona. Foschini cade a terra ed il suo avversario lo colpisce con tre coltellate al petto, che lo uccidono immediatamente, andando colpire al cuore. Sul posto i passanti assistono ad una scena che non avrebbero mai immaginato nemmeno in cruento film poliziesco e chiamano subito il 118.

Sul posto interviene il personale medico del 118 ed un’ambulanza ma, per Foschini non c’è più nulla da fare. Arriva anche la Polizia che, dopo aver chiuso temporaneamente la strada, inizia anche le ricerche dell’omicida. Mentre in via Padre Semeria arrivano i familiari di Foschini sconvolti, gli agenti vanno subito a Coldirodi alla ricerca del 41enne.

I due finirono di fronte al giudice, nell’allora Tribunale di Sanremo, per una vicenda che risale al 3 maggio del 2008. Foschini venne accusato di lesioni aggravate e Verrigni di danneggiamenti. Quest'ultimo secondo il titolare del bar, aveva più volte rotto i vetri del dehor dell'esercizio e, per questo, gli aveva sparato alle gambe, al torace ed alla spalla, con un fucile da caccia regolarmente detenuto.

Sul luogo dell'omicidio è poi arrivato il Pm Barbara Bresci, accompagnata dagli agenti del Commissariato. Un fatto di sangue forse annunciato per due rivali che non si sono mai sopportati e non se le sono mai mandate a dire.

Alle 21.30 circa gli agenti del Commissariato, insieme ai colleghi dell'Anticrimine, fermano Alessandro Verrigni a bordo del suo scooter, di fronte al supermercato Carrefour di zona Villa Helios. Una quarantina di agenti lo bloccano e lo portano in Commissariato dove ora si trova per essere interrogato. Per lui l'accusa potrebbe essere di omicidio premeditato.

Carlo Alessi e Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium