/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | mercoledì 20 giugno 2018, 15:11

Ventimiglia: il 3 luglio un aperitivo di solidarietà organizzato dalla Cgil per la 'Giornata del rifugiato'

L’iniziativa sarà conclusa da un aperitivo proposto dai ragazzi del laboratorio di cucina della Cooperativa Sociale Spes di Ventimiglia, dove operano persone con disabilità e due rifugiati politici.

Ventimiglia: il 3 luglio un aperitivo di solidarietà organizzato dalla Cgil per la 'Giornata del rifugiato'

Oggi, 20 giugno si celebra in tutto il mondo la ‘Giornata Mondiale del Rifugiato’, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita.

In occasione di questa ricorrenza la CGIL Imperia ha deciso di invitare le varie organizzazioni del territorio ad un momento di riflessione e confronto da tenersi a Ventimiglia, al Centro Sociale SPES Auser di Frazione Roverino, martedì 3 luglio alle 18. CGIL e Spes da anni, insieme, promuovono varie iniziative volte alla promozione dell’inserimento lavorativo delle fasce deboli: nell’impegno condiviso per la tutela dei diritti degli ultimi, non è mancata anche l’attenzione verso il tema delle migrazioni  e dell’inclusione sociale dei migranti. L’incontro ci consentirà di ragionare sullo stato dell’arte, sulla valutazione degli strumenti attualmente esistenti per favorire l’integrazione sociale.

L’iniziativa sarà conclusa da un aperitivo proposto dai ragazzi del laboratorio di cucina della Cooperativa Sociale Spes di Ventimiglia, dove operano persone con disabilità e due rifugiati politici.

L’Unhcr, agenzia dell’Onu, invita a non dimenticare mai che dietro ognuno di loro c’è una storia che merita di essere ascoltata. Storie di sofferenze, di umiliazioni ma anche di chi è riuscito a ricostruire il proprio futuro, portando il proprio contributo alla società che lo ha accolto. L’accoglienza è un valore, la solidarietà è un dovere. Alla luce delle polemiche delle ultime settimane riguardo la nave Acquarius a seguito della campagna mediatica di Lega e Movimento 5 Stelle conviene, ancora una volta, fare riferimento ai dati reali e non alla propaganda, si dovrebbe riconoscere che il nostro paese è tra gli ultimi in Europa per accoglienza di profughi e rifugiati:  2,4 persone ogni mille abitanti, contro, ad esempio, 4,2 della Serbia, 8,1 della Germania, 9,9 della Svizzera, 10 di Cipro, 10,7 dell’Austria, 18,3 di Malta e 23,4 della Svezia, il paese europeo che ne accoglie in maggior numero in proporzione ai propri abitanti.

La Cgil è impegnata perché l’Italia e l’Europa affrontino con spirito di umanità e solidarietà l’afflusso dei profughi, promuovendo politiche di accoglienza, di integrazione e di convivenza, nel rispetto della sicurezza e della legalità, che consentano il positivo sviluppo di una società multiculturale e plurale, dove ogni persona possa sviluppare liberamente le sue potenzialità e dare il suo contributo positivo all’insieme della collettività. In Provincia di Imperia differenti iniziative di Comuni, organizzazioni del terzo settore e gruppi di cittadini solidali sono state promosse per sensibilizzare la popolazione sul tema drammatico delle guerre e povertà che impongono a decine di migliaia di persone di migrare dai propri paesi di origine cercando protezione e nuova vita.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore