/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | giovedì 21 giugno 2018, 10:16

Requiem di Mozart: l'Orchestra Klassika di San Pietroburgo domani al Casinò con il coro dell'Opera di Nizza

L'Assessore al Turismo del Comune di Sanremo, Marco Sarlo, ha confermato che: “C’è stato un incontro anche con il Sindaco, durante il quale si sono poste le basi per future collaborazioni ed eventi in inverno, quando l’orchestra potrà trovare un clima mite nella città dei fiori.

Requiem di Mozart: l'Orchestra Klassika di San Pietroburgo domani al Casinò con il coro dell'Opera di Nizza

Si svolgerà domani sera alle 21, al Teatro del Casinò, "Mozart Requiem", il concerto dell'Orchestra "Klassika" di San Pietroburgo (direttore artistico, Maestro Alexander Kantorov) con la partecipazione del Coro del Teatro dell'Opera di Nizza (direttore artistico, Maestro Giulio Magnanini).

L'Orchestra Sinfonica Statale di San Pietroburgo "Klassika" è stata fondata all'inizio degli anni Novanta e in poco tempo è divenuta una delle orchestre più note di San Pietroburgo, riconosciuta sia dalla critica che dal pubblico. Il suo ampio repertorio spazia in varie epoche e vari autori, da Bach a Vivaldi, da Sostakovic a Schnitke. Vi trovano posto composizioni di ogni genere: dalla musica sinfonica all'opera lirica, dal balletto al musical. L'Orchestra "Klassika" effettua numerose tournée sia in Russia che all'estero e si è esibita con famosi cantanti come Placido Domingo e José Carreras. Il fondatore e direttore artistico dell'Orchestra, l'artista benemerito della Russia Aleksandr Kantorov, è noto al pubblico non solo per il suo talento di direttore d'orchestra ma anche perché eccellente narratore.

Grazie alla grande abilità nel contatto diretto con il pubblico, alla brillante erudizione e al senso dell'umorismo, ogni concerto diventa una festa che trasporta gli spettatori nel mondo magico della grande musica. Il Maestro Kantorov conosce Sanremo già da molti anni, essendo stato invitato a dirigere l'Orchestra Sinfonica all'epoca in cui ne era direttore artistico il Maestro Monica.

Dalla sua frequentazione della città e dalla conoscenza della sua storia, strettamente legata alla presenza di ospiti russi, è nata in lui l'idea di rendere omaggio alla più illustre visitatrice di Sanremo, l'imperatrice Marija Aleksandrovna, consorte di Alessandro II. Grazie al suo interessamento, il Marketing Club di San Pietroburgo ha messo a disposizione i fondi per la realizzazione, il trasporto e l'installazione di un busto in bronzo dell'imperatrice, collocato su una colonna di granito, donato a Sanremo e inaugurato nel maggio 2010. L'anno seguente, nell'intento di rendere omaggio al più grande musicista russo, Petr iriö Tchajkovskij, che fu ospite di Sanremo nel 1877-78 e qui scrisse pagine musicali indimenticabili, il Maestro con la sua orchestra ha organizzato a Sanremo, Imperia, Ventimiglia una serie di concerti dal titolo "L'impero di Tchajkovskij".

L'iniziativa, che ha riscosso un notevole successo, è stata ripetuta negli anni seguenti fino ad oggi, confermando la grande generosità del Maestro Kantorov e delle istituzioni russe (il Comune e la Regione di San Pietroburgo e il Ministero della Cultura della Federazione Russa), che hanno contribuito alla realizzazione di questo importante evento musicale. Il 13 ottobre 2013 il Maestro Kantorov ha ricevuto la targa d'onore "Amico di Sanremo": un riconoscimento per il grande contributo del direttore dell'Orchestra "Klassika" ai rapporti culturali tra la nostra città e la Russia. Il concerto di venerdì sera è a entrata libera.

L'Assessore al Turismo del Comune di Sanremo, Marco Sarlo, ha confermato che: “C’è stato un incontro anche con il Sindaco, durante il quale si sono poste le basi per future collaborazioni ed eventi in inverno, quando l’orchestra potrà trovare un clima mite nella città dei fiori”.

E' importante sottolineare - ha aggiunto Maurizio Caridi per la Fondazione Orchestra Sinfonica -  come la collaborazione culturale tra le città di Sanremo e San Pietroburgo sia stata regolamentata da un protocollo firmato due anni fa dagli Assessori Cassini e Faraldi a San Pietroburgo, un accordo che pone la Fondazione Orchestra Sinfonica come Ente operativo per lo sviluppo del progetto a cominciare da tutte le attività future come le possibili masterclass nella prossima primavera 2019”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore