/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | mercoledì 20 giugno 2018, 09:44

Fra i 50 migliori del mondo Mauro Colagreco con il suo Mirazur sale al terzo posto confermandosi chef di eccellenza mondiale

Interessante il risultato di Mauro Colagreco che sale di una posizione e si colloca ora terzo della classifica. Vuoi per la vicinanza vuoi per le origini abruzzesi, noi lo consideriamo anche un pochino come chef della nostra zona e siamo contenti del suo risultato.

Quattro gli chef italiani in classifica, oltre a Bottura che si riconferma al primo posto per il secondo anno consecutivo ci sono Enrico Crippa con il suo Piazza Duomo, Massimiliano Alajmo de Le Calandre e Niko Romito del Reale di Castel di Sangro. Si è tenuta ieri sera la cerimonia di premiazione dei migliori 50 ristoranti nel mondo, l’annuale classifica pubblicata dal mensile britannico ‘Restaurant’.

Massimo Bottura, è stato premiato ieri sera al Basque Culinary Center di Bilbao come Miglior ristorante del Mondo per la seconda volta consecutiva, ottenendo  un bis che non era mai avvenuto nella storia di questa importante manifestazione.  Lo chef italiano dell'Osteria Franescana è stato indiscutibilmente il protagonista degli Oscar della gastronomia edizione 2018, ma complessivamente è stata grande serata di festa per la gastronomia italiana che ha registrato ben 4 presenze fra i primi 50 ristoranti al mondo e con un segnale importante di crescita: Niko Romito del Reale di Castel di Sangro è passato  dal 43° posto al 36°, Massimiliano Alajmo de Le Calandre ha raggiunto il  23° posto dal 29° dello scorso anno e Enrico Crippa, reduce dalla fatiche torinesi del Bocuse d’or  con il suo Piazza Duomo si è confermato fra i primi 20 con il 16° posto.

Interessante il risultato di Mauro Colagreco che sale di una posizione e si colloca ora terzo della classifica. Vuoi per la vicinanza vuoi per le origini abruzzesi, noi lo consideriamo anche un pochino come chef della nostra zona  e siamo contenti del suo risultato. La classifica cliccando QUI. Curiosamente ci sono 4 italiani fra i primi 50 e nessuno fra il 51 ed il 100° posto.

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore