/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 19 giugno 2018, 16:04

Presentata l'operazione 'Mare Sicuro' della Guardia Costiera: andrà avanti fino al 16 settembre

Per l'emergenza in mare è attivo il numero blu 1530, gratuito sul tutto il territorio nazionale ed attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno. Contattando il 1530 o il Numero Unico di Emergenza 112, si attiverà la Capitaneria di porto competente per giurisdizione per un rapido intervento in mare.

Presentata l'operazione 'Mare Sicuro' della Guardia Costiera: andrà avanti fino al 16 settembre

Si svolge fino al 16 settembre, anche nella nostra provincia, l’operazione ‘Mare Sicuro 2018’ in cui la Guardia Costiera sarà chiamata ad assolvere il delicato compito di supervisore attento delle attività balneari. L’operazione è finalizzata a salvaguardare la vita umana in mare, garantire la sicurezza della navigazione da diporto, scoraggiare e reprimere comportamenti illeciti e pericolosi, per consentire la più serena fruizione del mare nel periodo di massimo affollamento.

Spesso, l’inosservanza delle più elementari norme di sicurezza e l’imprudente comportamento in mare di bagnanti e diportisti sono causa di gravi incidenti. La Guardia Costiera vigilerà lungo tutte le coste, allo scopo di scoraggiare tali irresponsabili condotte e intervenire tempestivamente nei casi di emergenza. L’operazione è strutturata in modo da prevedere la presenza di personale del Corpo lungo le coste nei periodi di maggiore affluenza, mediante l’impiego congiunto di pattuglie terrestri e mezzi nautici, assicurando così un’efficace copertura del territorio e tempestività d’intervento. Sul piano operativo, nell’ambito della Direzione Marittima della Liguria saranno impiegati 17 mezzi navali, mentre 2 mezzi saranno esclusivamente dedicati al Lago Maggiore (Lago Sicuro).

La fase iniziale sarà orientata principalmente alla sensibilizzazione e alla prevenzione nei confronti di quei comportamenti che, spesso frutto di semplici consuetudini scorrette, a volte non consentono agli utenti di poter fruire delle spiagge e del mare in piena sicurezza. Non mancherà tuttavia la repressione e la sanzione dei comportamenti illegali e pericolosi. Per le attività lungo il litorale, quest’anno, la Guardia costiera potrà contare sul supporto di numerosi Comuni rivieraschi: i militari della Capitaneria ed il personale della Polizia municipale costituiranno, infatti, delle pattuglie miste per vigilare il rispetto di tutte le  norme di sicurezza sulle spiagge. Gli equipaggi in mare, invece, potranno contare su un importante ‘rinforzo’ in campo sanitario: grazie alla collaborazione con il Servizio 118, Croce Rossa Italiana e Cisom (Ordine di Malta) nel periodo dell’operazione, sui mezzi navali della Guardia costiera sarà, infatti, imbarcato anche personale medico e infermieristico.

Anche quest’anno l’attività di ‘Mare Sicuro’ sarà collegata al rilascio dei ‘Bollini Blu’. L’iniziativa riguarda tutte le Forze di Polizia operanti in mare ed è coordinata dalla Guardia Costiera. Essa prevede che, a seguito dei controlli in mare di routine ad unità da diporto, in caso di esito positivo sulla presenza delle dotazioni e certificazioni di sicurezza, venga rilasciato un bollino adesivo da applicare - a cura dell’utente - su un punto ben visibile dell’unità. Tale bollino, di fatto, attesta l’avvenuto controllo nella stagione balneare di riferimento, in modo da evitare - di massima – il ripetersi dei medesimi controlli per i fini della sicurezza della navigazione.

L'intensificazione dell’afflusso turistico nel periodo estivo richiede un'attenzione ancora maggiore verso l'ecosistema marino e costiero: sarà così attuato il massimo sforzo possibile per garantire il rispetto dell'ambiente, mediante l’intensificazione dei controlli. Non meno importante è l'intensificazione dei controlli su tutta la filiera ittica: il prodotto ittico italiano, bene primario per qualità e quantità, continuerà ad essere costantemente monitorato, controllato e garantito. La Guardia Costiera, con ‘Mare Sicuro 2018’, si impegna, infatti, anche ad assicurare la gestione sostenibile della risorsa ittica, il controllo della filiera di commercializzazione del pescato e la tutela del consumatore.

L'impegno rafforzato della Guardia Costiera mira così ad assicurare rapidi interventi di soccorso in favore di bagnanti, diportisti e subacquei e a garantire controlli più intensi su tutte le attività svolte in mare, per prevenire condotte illecite, pericolose per le persone, per il patrimonio ambientale, per l'ecosistema marino e per le risorse ittiche. Per l'emergenza in mare è attivo il numero blu 1530, gratuito sul tutto il territorio nazionale ed attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno. Contattando il 1530 o il Numero Unico di Emergenza 112, si attiverà la Capitaneria di porto competente per giurisdizione per un rapido intervento in mare.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore