/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | giovedì 14 giugno 2018, 15:42

Imperia: servizio provinciale antidroga dei Carabinieri, 4 arresti e sequestrata per la prima volta una nuova droga

Per la prima volta i Carabinieri hanno sequestrato in provincia il ‘Rivotril’ (un potente psicofarmaco che rappresenta la nuova frontiera delle droghe di strada) che associato all’alcol produce effetti simili a quelli dell’eroina, ma meno costosa di questa, causando stati ipnotici ed un forte stato di agitazione psico-fisica.

Imperia: servizio provinciale antidroga dei Carabinieri, 4 arresti e sequestrata per la prima volta una nuova droga

In due distinte località del territorio imperiese i militari hanno proceduto al controllo di diversi giovani, tra cui un uomo e una donna trovati in possesso complessivamente di 123 grammi di sostanza stupefacente. In particolare, l’uomo deteneva 20 grammi di hashish e tre dosi di cocaina (per un peso di quasi due grammi) pronte per lo spaccio, la donna un etto di hashish e 23 pasticche di ‘Rivotril’.

Per la prima volta i Carabinieri hanno sequestrato in provincia il ‘Rivotril’ (un potente psicofarmaco che rappresenta la nuova frontiera delle droghe di strada) che associato all’alcol produce effetti simili a quelli dell’eroina, ma meno costosa di questa, causando stati ipnotici ed un forte stato di agitazione psico-fisica che può portare anche ad azioni violente ed alla commissione di reati, per poi risvegliarsi più tardi in stato confusionale e non ricordare nulla di quanto accaduto. Gli investigatori dell’Arma (nell’ambito delle direttive impartite dal Comando Provinciale di Imperia in ordine al contrasto dello spaccio di stupefacenti) hanno dato un ulteriore colpo alle piazze di spaccio imperiesi fornendo un’efficace risposta a tutela dei giovani.

Inoltre, nel medesimo contesto, i Carabinieri di Dolcedo e quelli di Diano Marina hanno tratto in arresto un soggetto cinquantunenne originario di Rosarno (Z.F.), colpito da una condanna ad un anno e mezzo di reclusione per reati di ricettazione, falsa attestazione a pubblico ufficiale e falsità in scrittura privata - commessi ad Imperia tra il 2011 ed il 2012 - ed S.M., quarantenne marocchino, in ottemperanza a misura cautelare inframuraria emessa dalla Corte d’Appello di Genova, che ha condiviso le risultanze documentate dalla Stazione di Diano Marina, per non essere stato trovato nell’abitazione - ove era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari - all’atto dei controlli.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore