/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | mercoledì 13 giugno 2018, 15:54

Elezioni Amministrative Imperia: Marcella Roggero, candidata con Scajola, replica a Luca Lanteri "Non avremo mai la pancia piena"

"Non promettiamo di mettere mano alle tariffe del Comune, come ha detto Lanteri, salvo poi però ammettere lui stesso che 'abbassare queste tariffe porterà anche delle ripercussioni negative sul bilancio'"

Marcella Roggero, candidata della lista Imperia Insieme che appoggia Claudio Scajola Sindaco, interviene a pochi giorni dal ballottaggio in risposta alla conferenza stampa del candidato Sindaco Luca Lanteri:

"La nostra, con oltre il 15 per cento, è risultata essere la lista lista più votata della città. Una lista civica, fatta di persone più esperte e di molti ragazzi che per la prima volta si affacciano al mondo della politica. Non abbiamo la 'pancia piena', come ha detto il candidato Lanteri, usando ancora una volta un linguaggio che non ci è proprio. Non avremo mai la pancia piena neppure in caso di vittoria, perché il nostro obiettivo è ricostruire Imperia e per poterlo fare bisogna perseverare e non sentirsi mai appagati. Diamo, però, il giusto peso alle parole. Lo abbiamo imparato da Claudio Scajola. Ci ha insegnato, in questi mesi, che non sono i proclami, la notorietà, gli slogan e le frasi fatte a renderci credibili. Ci ha esortato a studiare, ad approfondire, a parlare con cognizione di causa, avendo un approccio concreto a fattivo di fronte a ogni problematica. Il nostro programma, del resto, parla da sé. Sono 5 punti che costituiscono una visione di insieme, una prospettiva di sviluppo globale con cui vogliamo far ripartire Imperia".

"Non promettiamo di mettere mano alle tariffe del Comune, come ha detto Lanteri, salvo poi però ammettere lui stesso che 'abbassare queste tariffe porterà anche delle ripercussioni negative sul bilancio'. Non lo facciamo perché in primis il bilancio va studiato e soprattutto perché non vogliamo fare promesse vane ai giovani: gli ultimi a dover essere illusi con slogan sparati a effetto a pochi giorni dal voto. Noi con i giovani vogliamo ricostruire la nostra città, ma non solo sotto il profilo edilizio. Questo significa coinvolgere i giovani, ascoltare le loro idee, aprirsi alle loro proposte e accettare le loro sfide. Offrire una prospettiva di sviluppo globale, come ha fatto Claudio Scajola. Claudio Scajola ci ascolta. Chi dice che un uomo solo al comando mente, sapendo di mentire. La forza e la compattezza del nostro gruppo sono state la nostra forza. 
Scajola ha ascoltato le esigenze delle mamme e degli anziani e la necessità dei ragazzi di avere una città VIVA. Ha raccolto tutte le proposte dei giovani che non si arrendono e credono ancora che Imperia possa e debba essere il loro futuro. Ci aiuta a non andare via da Imperia".

"E’ per questo che mi sono candidata, perché ci credo e tanti come me ci credono. Ho messo a disposizione le mie esperienze e condiviso, con tanti altri coetanei, idee, bisogni e proposte. Non mi sono mai candidata prima, non ho mai avuto una tessera di partito, non ho mai pensato di darmi alla politica, finchè non sono diventata mamma. Ho 35 anni, 2 figlie. Faccio parte di chi era andato via. Sono partita a 18 anni e sono tornata a 27. Ho studiato a Genova, a Milano e all’estero, ho avuto esperienze di lavoro fuori Imperia e negli ultimi 7 anni ho fatto la pendolare tra Imperia e Genova. Ma ho voluto tornare qui. E spero che qui possano diventare grandi anche le mie figlie. Pensare ai giovani non significa solo interessarsi a sgravi fiscali, oneri di urbanizzazione o aiuti a chi vuole ristrutturare casa. Pensare ai giovani, a parer mio, significa molto di più. Significa servizi dopo scuola, per aiutare i genitori che lavorano, attività extrascolastiche, per stimolare la crescita e l’esperienza culturale dei bambini e dei ragazzini, creare spazi di co-working, rendere Imperia una città al passo con i tempi e digitale per poter sviluppare turismo e settore terziario, sostenere chi vuole aprire nuove attività, rilanciare le attività legate alla nautica e al mondo diportistico, dare maggiore spazio allo sport e a eventi ad esso collegati".

"Non ci siamo mai preoccupati in questa campagna elettorale di proclamare che non gestiremo la res publica attraverso raccomandazioni e politiche di clientelismo. Sapete perché? Perché è una accusa che da queste parti non potrebbe mai attecchire. Qui non ci è stato promesso nulla e non promettiamo nulla. Solo impegno, professionalità e trasparenza. Dalla nostra parte non ci sono né istituzioni a fare da paravento né pariti in supporto, men che meno gruppi economici di potere. Ci sono solo gli imperiesi che hanno a cuore il loro futuro, con spirito di servizio. Non vi invito a votare perché voglio una sedia nel Consiglio Comunale o perché ho paura di perdere e di scatenare l’ira funesta dei partiti con sede a Genova e Roma, come sta succedendo da altre parti. 
Invito tutti ad andare a votare Scajola perché credo che sia la strada più affidabile per dare un futuro a questa città". 

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore