/ Politica

Politica | 02 giugno 2018, 14:32

Potenziare le infrastrutture e contemporaneamente migliorare l'offerta turistica imperiese, anche estendendo l'accoglienza. Della necessità di queste azioni sono sempre più convinta e pronta al massimo impegno

"Come candidata a fianco di Luca Lanteri, mi sono perciò ancor più convinta della necessità di produrre un forte impegno, soprattutto a sostegno della realizzazione di opere infrastrutturali quali il completamento del raddoppio ferroviario, l'Aurelia Bis, l'estensione della pista ciclo-pedonale di Ponente".

Potenziare le infrastrutture e contemporaneamente migliorare l'offerta turistica imperiese, anche estendendo l'accoglienza. Della necessità di queste azioni sono sempre più convinta e pronta al massimo impegno

"Interessata dall'argomento di notevole interesse per Imperia e il suo futuro, ieri ho voluto partecipare insieme al candidato sindaco del centro destra Luca Lanteri al convegno 'Oltre la stagione, la Liguria e il turismo accessibile dodici mesi', organizzato dalla Fist e Fisascat Cisl Liguria e Imperia Savona, che si è svolto Sanremo". 

Interviene in questo modo Iolanda Contestabile, candidata a sostegno di Luca Lanteri. "Il Convegno - prosegue - ha permesso di focalizzare l'accordo, primo ed unico in Italia (il Patto del Lavoro per il Turismo), che la Regione Liguria e i sindacati hanno siglato di recente. Si tratta di circa 10 milioni di Euro di finanziamenti a diverso titolo (tra cui nuovi progetti di destagionalizzazione) che la Regione Liguria ha deciso di recente di erogare. Ora mi è più chiaro il rischio che si corre, perseverando nel turismo tradizionale, non programmatico e non strategico: la competizione con i Paesi stranieri del Mediterraneo, anche del Nord Africa (in lenta ma progressiva ripresa), potrebbe risultare <wbr></wbr>perdente a breve termine. L'estensione della stagione - che il Patto del Lavoro per il Turismo prevede di finanziare - è quindi un'iniziativa molto vantaggiosa per imprese e lavoratori, ma non basta. Le gravi carenze infrastrutturali della Liguria, rischiano di ostacolare ogni iniziativa di sviluppo, non solo turistico. E' sotto gli occhi di tutti il fatto che autostrade e ferrovie siano insufficienti: tra Genova e il Ponente o il Levante si impiegano circa due ore in treno e molte più in auto, specie se ci si muove nei giorni del fine settimana. Senza una rete di comunicazione adeguata alle esigenze, in sostanza, i progetti di estendere l'offerta turistica rischiano di portare solo modesti risultati". 

"Come candidata a fianco di Luca Lanteri, mi sono perciò ancor più convinta della necessità di produrre un forte impegno, soprattutto a sostegno della realizzazione di opere infrastrutturali quali il completamento del raddoppio ferroviario, l'Aurelia Bis, l'estensione della pista ciclo-pedonale di Ponente. Un'azione che si dovrà condurre con forza per stimolare le nostre istituzioni e permettere ad Imperia di rilanciarsi economicamente, di tornare <wbr></wbr>competitiva".

C.S.E.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium