/ POLITICA

POLITICA | venerdì 25 maggio 2018, 14:21

Caso Rivieracqua in Provincia: rinviata la pratica, Natta "I sindaci del Golfo Dianese vogliono vederci chiaro" (Video)

Intanto il bilancio 2017 è stato approvato con l'ente che è senza debiti. Già 3 milioni spesi per strade e scuole. Oggi sono stati stanziati altri 700mila euro per la sistemazione di altre strade.

Caso Rivieracqua in Provincia: rinviata la pratica, Natta "I sindaci del Golfo Dianese vogliono vederci chiaro" (Video)

L’assemblea dei Sindaci della nostra provincia ha rinviato, come previsto, la pratica su Rivieracqua, la società pubblica che deve gestire il servizio di distribuzione dell’acqua e che da diversi mesi è nell’occhio del ciclone.

La discussione di oggi prevedeva una delibera importante per consentire al Cda della società di proseguire nel risanamento dell’azienda, ma è stata rinviata. Il rinvio è dovuto anche alla presa di posizione dei Sindaci del Golfo Dianese, per la problematica legata ai possibili rischi di mancanza dell’acqua durante l’estate. I sindaci hanno posto una questione tecnica, perché occorre individuare un percorso per la gestione pubblica dell’acqua e divenire a correzione, per le complessità giuridiche che ci sono.

“E’ stato chiesto un maggio approfondimento della tematica giuridica – ha detto il Presidente della Provincia, Fabio Natta per trovare una soluzione che stia bene in piedi e che sia condivisa da tutti. Una nuova assemblea verrà convocata entro 7/10 giorni perché la pratica è importante e urgente”.

Anche il Sindaco di San Bartolomeo al Mare, Valerio Urso è stato particolarmente critico, verso la situazione che si sta creando: “Continuano a passare i mesi e la situazione non cambia. Rivieracqua è un soggetto che ci dovrebbe rappresentare e ciò non accade. Noi abbiamo continui guasti e rotture, che riguarderebbero il comparto delle manutenzioni straordinarie e non ricevo azioni in merito. Sbaglia chi ci accusa di non volere il bene di questa società. Anzi, noi siamo stati i primi a sostenerla ma rivendichiamo il rispetto, fatto di azioni di un bilancio serio che deve essere a noi sottoposto, in modo da poter liquidare quanto di nostra competenza. Lo chiediamo fortemente al presidente Mangiante e, quando arriveranno i conti riusciremo a far chiarezza. Non secondaria l’obbligatorietà ad entrare in Rivieracqua da parte dei soggetti più importanti, ovvero i comuni di Sanremo, Imperia, Ventimiglia e Bordighera oltre alle società partecipate annesse”.

Tra le cattive notizie una buona dal Consiglio provinciale, che riguarda il bilancio: “Nel 2017 chiudiamo senza debiti – ha terminato Fabio Natta – certificando che abbiamo speso più di 3 milioni su strade e scuole che, in un periodo del genere, hanno un certo impatto anche se non bastano ovviamente. Oggi abbiamo anche approvato ulteriori interventi per quasi 700mila euro su diverse strade di tutta la Provincia”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore