/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 24 maggio 2018, 12:01

Ventimiglia: l’Amministrazione ripensa il mercato del venerdì, ma il M5S non condivide le modifiche, Malivindi “Ennesima occasione persa”

"La dimensione di questo mercato si sta riducendo, se vogliamo discuterne davvero in Consiglio comunale, allora facciamo un discorso politico" ha detto Silvia Malivindi.

Ventimiglia: l’Amministrazione ripensa il mercato del venerdì, ma il M5S non condivide le modifiche, Malivindi “Ennesima occasione persa”

“Si perde l’ennesima occasione per pensare ad una riperimetrazione del mercato che tenga conto degli interessi dei residenti e della sicurezza del mercato stesso.” A dirlo è Silvia Malivindi, consigliere d’opposizione del Movimento 5 Stelle a Ventimiglia, a pochi giorni dalla commissione consiliare sul commercio che ha discusso la pratica relativa alla riperimetrazione del mercato del venerdì. 

Da qualche tempo l’Amministrazione sta ripensando l’area mercatale, ma quanto prodotto non convince la consigliera d’opposizione: “I banchi tra via Dante e vico Pescatori verranno spostati in centro dove c’erano dei posti liberi - spiega - mentre In via Veneto le quattro file diventeranno tre. Il problema è che anziché togliere la fila lato marciapiede, che a volte impedisce ai residenti addirittura di entrare in casa, ne viene tolta un’altra. Così facendo sfuma anche la possibilità di creare una corsia di emergenza, assolutamente necessaria soprattutto nei venerdì di alta affluenza come quelli estivi. Mi chiedo quale sia allora l’utilità di questa riperimetrazione?” 

Alcuni banchi della zona che va dall’ex calzaturificio Taverna a via Dante, verranno riposizionati altrove anche per consentire l’utilizzo del parcheggio che vi sorgerà a breve: “Alla commissione non ha partecipato alcun assessore - continua la Malivindi - per la maggioranza c’era il consigliere Paganelli, mentre per l’opposizione c’eravamo io e il consigliere Ventura. Il funzionario che ci ha spiegato che al mercato ci sono meno banchi, per questo è stata pensata una riperimetrazione con lo spostamento di alcuni ambulanti nei posti rimasti vuoti, ma manca la volontà politica di ripensare a un mercato più sicuro e più attento alle esigenze dei residenti nonché degli stessi operatori. Un'altra problematica collegata alla sicurezza è anche quella dei venditori abusivi che occupano quelle che in teoria dovrebbero essere le corsie di emergenza, ma che di fatto (oltre a essere inadeguate) da tempo sono diventate area di esposizione della mercanzia dei vu' cumprà.

La dimensione di questo mercato si sta riducendo, se vogliamo discuterne davvero in Consiglio comunale, allora facciamo un discorso politico. In questo momento, invece, la scelta sembrerebbe quella di mantenere tutto com’è con il solito disagio per i residenti. Durante l’inverno le problematiche si attenuano, mentre d’estate la situazione diventa più difficile.” 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium