/ Imperia Golfo Dianese

Imperia Golfo Dianese | 23 maggio 2018, 18:08

Elezioni a Imperia, intervista al candidato Michele Parisi di ‘Forza Imperia’ per Lanteri sindaco: “Sono pronto ad ascoltare i problemi della gente”

"Mi sento uomo della strada e da sempre lavoro a contatto con i cittadini vorrei manifestare la mia capacità nell’ascolto delle problematiche e delle segnalazioni che le persone già oggi mi fanno, in particolare sulla manutenzione della nostra città"

Elezioni a Imperia, intervista al candidato Michele Parisi di ‘Forza Imperia’ per Lanteri sindaco: “Sono pronto ad ascoltare i problemi della gente”

Lanteri è il giusto equilibrio per la città di Imperia”. Esordisce così Michele Parisi nell'intervista rilasciata a Imperia News. Parisi sarà candidato al consiglio comunale alla prossima tornata elettorale del 10 giugno con la lista ‘Forza Imperia’ a sostegno del candidato del centrodestra Luca Lanteri.

Chi è Michele Parisi e il perché della sua candidatura:

Sono sposato con una figlia 10 anni e svolgo da 25 anni l’amministratore di condominio. Sono titolare di uno studio e presidente della delegazione del Ponente Ligure di ‘Gesticond’, associazione libera amministratori condominiali. A livello sociale svolgo un’azione di volontario nella parrocchia di San Giovanni Battista come organista e corista. Ho deciso di dare il mio contributo e la mia esperienza nell’attività civica, a fronte di un’insoddisfazione generale dei cittadini, di dover fare questo sforzo per dare il miglior contributo garantendo con determinazione il massimo impegno”.

Perché Luca Lanteri può essere l’uomo giusto per Imperia?

La figura di Luca Lanteri associa due aspetti importanti: non è mai stato sindaco, la gente ha bisogno di vedere persone nuove che non hanno rivestito la carica di sindaco e perché ha già un trascorso di vita politica e un valido bagaglio di esperienza. Si tratta del giusto compromesso che possiamo trovare tra i candidati ed è un uomo vicino alla gente che sa ascoltare e che si prende a cuore i problemi. Mi rivedo molto in lui e sposo la sua linea e filosofia molto simile alla mia. Quando mi è stato chiesto di candidarmi non ho avuto alcun dubbio sul da farsi”.

In caso di vittoria che ruolo potrebbe occupare e cosa le sta particolarmente a cuore?

Il settore più vicino alle mie attitudini professionali è l’arredo urbano, di cui ho particolare attenzione. Condivido a pieno il progetto di Lanteri, l’ho studiato ed esaminato. In caso di successo, visto che mi sento uomo della strada e da sempre lavoro a contatto con i cittadini vorrei manifestare la mia capacità nell’ascolto delle problematiche e delle segnalazioni che le persone già oggi mi fanno, in particolare sulla manutenzione della nostra città. Dovessi ricoprire un ruolo di amministratore mi collocherei nella sfera dove potrei maggiormente esprimere le mie conoscenze. Condivido i progetti delle grandi opere come il Porto e la pista ciclabile e deve essere sottolineato il valore della conservazione di ciò che già esiste, è essenziale conservare quello che abbiamo, riuscissimo ad abbellire la città si potrebbero ottenere ottimi risultati a livello turistico. Nelle amministrazioni condominiali ho affrontato volte questi temi, ho dato il mio contributo facendo rinfrescare le facciate di diversi stabili e ridando una bella immagine della nostra città.

Voglio mettermi in gioco rispettando in ogni caso il volere della mia lista e del candidato sindaco lasciando la mia disponibilità per ciò che sarà ritenuto opportuno mettendomi in tal senso a disposizione” - conclude Parisi.

Per approfondimenti sul candidato il sito web a cui fare riferimento è www.micheleparisi.it/

C.P.E.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium