/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | mercoledì 16 maggio 2018, 15:39

Camporosso: discarica in regione Canei, previsto già per domattina un primo intervento di deviazione dell’alveo

Il Sindaco di Camporosso Davide Gibelli ha firmato un’ordinanza contingibile ed urgente per la messa in sicurezza della sponda destra del torrente Nervia.

Previsto per domattina un primo intervento di deviazione dell’alveo del Nervia a Camporosso proprio dove, in regione Canei, sta riaffiorando una discarica degli anni ’70. 

Dopo il sopralluogo di questa mattina da parte dell'Ufficio Tecnico del Comune di Camporosso, l'Ufficio Polizia Municipale, l'Ufficio Ambiente della Provincia di Imperia, l'Ufficio Difesa del Suolo della Regione Liguria, l'ARPAL di Imperia e i Carabinieri Forestale "Liguria" di Ventimiglia, è emersa la necessità di provvedere ad un intervento immediato e urgente di messa in sicurezza dell'arca al fine di evitare potenziali pericoli per la pubblica incolumità sotto il profilo igienico - sanitario, mediante la realizzazione di opere che consentano di evitare il contatto diretto delle acque del Nervia con i rifiuti presenti nel sito. 

Il Sindaco di Camporosso Davide Gibelli ha quindi firmato un’ordinanza contingibile ed urgente per la messa in sicurezza della sponda destra del torrente Nervia. A seguito dell'erosione di quest’ultima è, infatti, emersa la presenza di un notevole quantitativo di rifiuti, prevalentemente di natura plastica, derivanti presumibilmente da una discarica di RSU effettuata, per conto del Comune di Camporosso, negli anni intercorrenti tra il 1959 e il 1979. 

Il sopralluogo

La settimana scorsa i Carabinieri Forestali sono intervenuti recintando la zona e ponendola sotto sequestro, sul caso è stata aperta un’ inchiesta. Come si legge dall’ordinanza ‘risulta necessario deviare l'attuale corso d'acqua creando una "savanella" nel tratto di torrente interessato e quindi un canale centrale nell'alveo nel quale far scorrere le acque. Inoltre risulta necessario sistemare un idoneo telo di protezione sulla sponda interessata dai rifiuti al fine di isolare, coprire e confinare il medesimo materiale.’

E’ stata quindi interpellata la Ditta Masala Srl con sede a Camporosso, specializzata nel genere di lavori in oggetto, che si è dichiarata immediatamente disponibile ad effettuare l'intervento di messa in sicurezza del sito.

Ieri, in base alle analisi svolte dall’Arpal, l’Asl 1 Imperiese ha confermato che, fortunatamente, non ci sono problemi per l’acqua a Camporosso, proprio in relazione alla discarica emersa nei giorni scorsi sul torrente Nervia. Ad oggi gli esiti analitici ai pozzi dell’acquedotto non hanno evidenziato anomalie e sono conformi agli standard, anche se sono ancora in corso per altri parametri. Al momento, quindi, non ci sono problemi per il consumo dell’acqua, ma i controlli proseguiranno. La settimana scorsa sono partiti i controlli dei pozzi e poi proseguiti con le fontanelle.

Nel frattempo l’Arpal, avendo le competenze in materia ambientale, ha eseguito controlli sulle acque superficiali e con campioni dell’Asl per le acque destinate alle persone, ai pozzi e alla distribuzione in rete.

Simona Della Croce

Animus Loci:
tracce d'Europa nel cuore d'Italia

In diretta sul nostro quotidiano venerdì 25 maggio dalle ore 17. SCOPRI DI PIU'

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore