/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

Parrot Bebop 2 con skycontroller, visore, 16 eliche di ricambio, un telaio nuovo due batterie di cui una maggiorata...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | mercoledì 16 maggio 2018, 12:11

Camporosso: sopralluogo alla discarica di regione Canei, serve deviare il torrente ed una sponda di 'difesa' (Foto e Video)

"Per quanto riguarda la soluzione totale della discarica, questa non è programmabile in questo momento, anche perché si devono approfondire le analisi e capire se ci sono degli inquinamenti. Successivamente si penserà ad un eventuale progettazione per la bonifica”.

Si è svolto questa mattina un sopralluogo sulla discarica degli anni ‘70 che sta riaffiorando dalle sponde del Nervia a Camporosso, dove alcuni passanti, la settimana scorsa, avevano notato dei sacchetti di plastica fuoriuscire dal terreno.

Al sopralluogo erano presenti i responsabili dell’Arpal, i Carabinieri Forestali, i tecnici della Provincia e del Comune, oltre al Sindaco di Camporosso, Davide Gibelli. La settimana scorsa, lo ricordiamo, i Carabinieri Forestali sono intervenuti recintando la zona e ponendola sotto sequestro, sul caso è stata aperta un inchiesta.

“E’ stato un sopralluogo molto utile – ha dichiarato al termine il primo cittadino - ed ora stiamo valutando quali iniziative intraprende subito. Quasi sicuramente dovremo fare un intervento per deviare il torrente, in modo da evitare il contatto delle acque con i rifiuti che sono emersi. Stiamo anche studiando una difesa della sponda, per evitare che i sacchetti vadano in acqua e poi finiscano in mare”.

Al momento non è possibile determinare la superficie ed il volume dei rifiuti conferiti all’epoca: “Per questo serviranno ulteriori indagini ed analisi – ha terminato Gibelli – mentre le tempistiche per gli interventi immediati sono brevi e parliamo di pochi mesi. Per quanto riguarda la soluzione totale della discarica, non è programmabile in questo momento, anche perché si devono approfondire le analisi e capire se ci sono degli inquinamenti. Successivamente si penserà ad un'eventuale progettazione per la bonifica”.

Ieri, in base alle analisi svolte dall’Arpal, l’Asl 1 Imperiese ha confermato che, fortunatamente, non ci sono problemi per l’acqua a Camporosso, proprio in relazione alla discarica emersa nei giorni scorsi sul torrente Nervia. Ad oggi gli esiti analitici ai pozzi dell’acquedotto non hanno evidenziato anomalie e sono conformi agli standard, anche se sono ancora in corso per altri parametri. Al momento, quindi, non ci sono problemi per il consumo dell’acqua, ma i controlli proseguiranno. La settimana scorsa sono partiti i controlli dei pozzi e poi proseguiti con le fontanelle.

Nel frattempo l’Arpal, avendo le competenze in materia ambientale, ha eseguito controlli sulle acque superficiali e con campioni dell’Asl per le acque destinate alle persone, ai pozzi e alla distribuzione in rete.

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore