/ AL DIRETTORE

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Che tempo fa

Cerca nel web

AL DIRETTORE | mercoledì 16 maggio 2018, 21:31

Imperia: pericoli per auto e pedoni sulla rampa del Palasalute, la segnalazione del nostro lettore Antonio Carli

Questa mattina, a seguito dell'incidente tra due auto, un anziano ha riportato gravi ferite alla testa

L'ingresso del Palasalute

Riceviamo e pubblichiamo la mail del nostro lettore Antonio Carli, testimone di un incidente avvenuto questa mattina sulla rampa del Palasalute.

Sono bastate poche gocce d'acqua stamani presso il nuovo Palasalute recare danni e potenziale pericolo a due sventurati utenti che hanno avuto la malaugurata idea di servirsi del parcheggio sotterraneo a disposizione del pubblico in visita presso la nuovissima struttura.
Alle 9 di oggi una giovane donna (M.P.), uscendo dal parcheggio sotterraneo, improvvisamente ha perso il controllo della vettura che ha iniziato a scivolare come sul ghiaccio, andando a scontrarsi con l'auto di un anziano (D.A.) che si apprestava a scendere. L'auto della ragazza ha sbattuto contro il veicolo nel senso opposto danneggiando gravemente entrambi i mezzi.
Grosso spavento ma nessun ferito, ma l'uomo, una volta posteggiata la propria auto, nello scendere la medesima rampa a piedi, è scivolato battendo violentemente la testa, nella regione occipitale, creandosi un trauma cranico e ferite tanto profonde da richiedere l'intervento della Croce Rossa che lo ha trasportato d'urgenza al Pronto Soccorso dove gli sono stati praticati diversi punti di sutura e verrà dimesso solo nel tardo pomeriggio.
Addirittura il milite della Croce Rossa, intervenuto per soccorrere il malcapitato, è scivolato violentemente e solo grazie alla prontezza di riflessi del giovane, che si è aggrappato alla ringhiera, ha evitato di cadere addosso al ferito che giaceva a terra sanguinante per le ferite riportate nella caduta, rischiando un ulteriore trauma per entrambi.
Il direttore sanitario, intervenuto sollecitamente per prestare un primo soccorso, ha riferito che è risaputa la pericolosità della rampa, tanto che il transito ai motocicli ne è vietato, segno evidente della consapevolezza di tali rischi e che inizialmente la rampa era in cemento, ma per ragioni di aerazione è stata sostituita con l'attuale in acciaio, scivolosa sempre, impraticabile in condizioni di umidità.
Un guardiano ha riferito che la grata di acciaio pare sia stata montata in senso parallelo anziché perpendicolare alla marcia, così da divenire ancora più pericolosa, resta comunque il dubbio che tale soluzione non sia idonea al tipo di utilizzo.
Infine è necessaria una considerazione. Il Palasalute è spesso meta di persone anziane, bambini, disabili, donne in gravidanza, è legittimo interrogarsi sulla pericolosità a cui sono esposti questi soggetti "deboli" da una istallazione che evidentemente si è rivelata pericolosissima.
A questo punto sorgono spontanee alcune domande: chi pagherà i danni fisici e materiali agli sventurati? Quanti altri sfortunati dovranno rischiare incidenti e traumi prima che venga ripristinata la sicurezza? Chi è il responsabile di questo problema? Cosa si intende fare per risolverlo?

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore