/ Politica

Politica | 26 aprile 2018, 14:57

Sanremo: Bilancio Preventivo e futuro delle tariffe Tari, Lombardi “Non sono scongiurabili rincari”

“Se non interverranno altre voci a condizionare il costo, prevedo aumenti per i cittadini come già annunciato per quelli della fascia intercollinare A8”

Luca Lombardi (FdI)

Luca Lombardi (FdI)

Dopo le 6 ore di discussione in Consiglio Comunale non si placa il botta e risposta tra Amministrazione e opposizione sulla Tari e sui possibili aumenti nei prossimi anni.

Alle dichiarazioni dell’Assessore Paola Cagnacci fanno da eco le risposte del Consigliere Comunale Luca Lombardi (FdI) che, durante la riunione di Consiglio, ha più volte chiesto spiegazioni sull’aumento dei costi per il servizio di raccolta rifiuti. Al centro della discussione i possibili aumenti della tariffa Tari a carico dei cittadini.

Come già da me rilevato in Consiglio Comunale durante la discussione sul Bilancio Preventivo Triennale con una domanda a cui, peraltro, non è stata data risposta nel corso dell'Assise – dichiara Luca Lombardi – e dopo una lettura attenta dei documenti da cui risulta quanto sia infondata la dichiarazione dell'amministrazione Biancheri, fatta per voce dell'assessore delegato al Vostro giornale, che gli aumenti TARI previsti  “...non incidano assolutamente sulle tariffe applicate ai cittadini”, vorrei precisare quanto segue: le entrate in aumento nel bilancio di previsione per gli anni 2018/2019/2020 sono visibili e giustificate da un aumento Istat del canone Amaie Energia previsto nell'ordine dei 65mila nel 2018, 70mila nel 2019 e 80mila per il 2020”.

Gli aumenti invece più consistenti sono rilevabili in entrate non più ripetibili come le sanzioni per il 2018 relative al mancato ritiro dei Kit per il conferimento dei rifiuti che abbatterebbero la tariffa di €100mila euro per il 2018 ma non per i successivi anni – prosegue il Consigliere di Fratelli d’Italia – è poi evidente l'aumento progressivo del costo relativo allo spazzamento e raccolta dei rifiuti: infatti, nel 2018 si attesta a €13.096.000, nel 2019 aumenta a €13.162.000 - con un incremento di 66mila euro -  e nel 2020 sale a €13.232.000 nel 2020, con un aumento del costo del servizio di circa 136mila euro, sempre rispetto al 2018. Insomma, in due anni, 2019-2020, avremo un rincaro complessivo di circa 200mila euro rispetto alla cifra di € 13.096.000 del 2018”.

Considerando che per Legge il costo del servizio viene totalmente coperto dall'utenza, mi viene difficile credere che gli aumenti in entrata di circa 400mila euro non ricadano sulle tasche dei cittadini – conclude Lombardi – per cui se non interverranno altre voci a condizionare il Costo , prevedo aumenti per i cittadini come già annunciato per quelli della fascia intercollinare sanremese A8 (coloro che conferiscono tra i 500 metri e 1 chilometro dal punto raccolta, ecc.). Fatte queste considerazioni direi che al momento non sono purtroppo scongiurabili rincari a carico dell'utenza”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium