/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 26 aprile 2018, 07:25

Sanremo: matrimonio con un'italiana già sposata per ottenere la cittadinanza, la Polizia smaschera la farsa ed espelle un tunisino (Foto e Video)

La donna aveva alle spalle già un matrimonio celebrato pochi anni fa a Nizza ma ha comunque deciso di sposare un cittadino tunisino, che però è risultato essere irregolare sul nostro territorio.

Le immagini della conferenza stampa

Le immagini della conferenza stampa

La Polizia della Provincia di Imperia, dopo un’articolata attività investigativa, ha portato alla luce un finto matrimonio contratto a Sanremo da una bigama.

La donna, nata e cresciuta ad Albenga, aveva alle spalle già un matrimonio celebrato pochi anni fa a Nizza ma ha comunque deciso di sposare un cittadino tunisino, che però risulta essere irregolare sul nostro territorio e quindi probabilmente alla ricerca di un permesso di soggiorno. Gli accertamenti svolti dalla Polizia di Stato, in collaborazione con le forze dell’ordine francesi, hanno fatto emergere interessanti particolari che hanno condotto alla denuncia della donna per il reato di bigamia e al rimpatrio del tunisino.

I dettagli dell'operazione sono stati spiegati questa mattina durante una conferenza stampa, in Questura ad Imperia.


L'indagine da parte del Commissariato di Sanremo ha preso il via quando è pervenuta la notizia di un nuovo matrimonio in Italia da parte di una donna italiana già regolarmente sposata in Francia e residente a Nizza. Da qui il sospetto che potesse trattarsi di un matrimonio-farsa per l'ottenimento della cittadinanza.

La procedura ha visto la donna denunciata per produzione di documenti falsi e per bigamia, mentre il potenziale marito tunisino è stato accompagnato presso l’aeroporto di Milano Malpensa e sorvegliato a vista - per tutta la durata del volo diretto a Tunisi – dagli operatori di polizia specializzati in scorte internazionali.

Andrea Gavi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium