/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Parrot Bebop 2 con skycontroller, visore, 16 eliche di ricambio, un telaio nuovo due batterie di cui una maggiorata...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | giovedì 26 aprile 2018, 18:44

Ambiente: assessore regionale Giampedrone “Stanziati 1,5 mln di euro per aggiornamento laboratori Arpal”

Orevista misurazione di nuovi parametri per pesticidi e acque sotterranee.

Un milione e 500mila euro derivanti dal bilancio regionale per l’aggiornamento della strumentazione dei laboratori di ARPAL, l’agenzia regionale di protezione ambientale. Sono stati stanziati oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale all’ambiente Giacomo Giampedrone per andare incontro alle sempre nuove esigenze per la protezione dell’ambiente e della natura.

Il finanziamento servirà ad ARPAL a svolgere al meglio i compiti e le attività tecnico-scientifiche, a supporto sia della Regione che degli Enti locali. Le risorse stanziate andranno a beneficio dei laboratori ARPAL di Genova, Imperia, Savona, La Spezia che svolgono indagini ambientali per il controllo del buono stato del territorio regionale. I compiti di Arpal riguardano il controllo e la vigilanza ambientale, il supporto tecnico alle emergenze ambientali e sanitarie, la gestione delle reti di monitoraggio ambientale, le verifiche in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, il supporto tecnico-scientifico ai livelli istituzionali competenti.

“Per la prima volta dal 2000 vengono stanziate risorse importanti per il rinnovo di strumenti ormai obsoleti per rafforzare la nostra Agenzia.  – spiega l’assessore regionale all’Ambiente Giacomo Giampedrone – In questo modo il territorio potrà disporre di strumenti più efficaci e di ultima generazione per fornire risposte immediate alle esigenze regionali. Potremo così misurare anche alcuni parametri particolari soprattutto per quanto riguarda i pesticidi e le acque sotterranee e monitorare ulteriori componenti”.

Le nuove strumentazioni consentiranno anche di monitorare ulteriori parametri relativi alla qualità dell’aria a completamento dei monitoraggi in continuo effettuati dalle centraline e per le quali erano già stati stanziati dalla Giunta regionale 1 milione di euro nel 2016.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore