/ Eventi

Eventi | 25 aprile 2018, 12:33

Imperia: oggi le celebrazioni per il 25 aprile, la cerimonia al monumento ai Caduti e in Comune (Foto e Video)

Cerimonia che quest'anno assume una valenza doppia visto il centenario della nascita di Felice Cascione, autentico eroe imperiese della Resistenza, medaglia d'oro al valore militare

Imperia: oggi le celebrazioni per il 25 aprile, la cerimonia al monumento ai Caduti e in Comune (Foto e Video)

Si sono svolte questa mattina le celebrazioni per la ricorrenza della Liberazione del 25 aprile, una tra le date simbolo del nostro Paese, della nostra regione e della nostra Provincia. A Imperia le manifestazioni sono state organizzate dal Comune, l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, la Federazione Italiana Volontari della Libertà e l'Istituto Storico della Resistenza e dell'età contemporanea.

Presenti le più alte cariche civili e militari, tra cui il sindaco Carlo Capacci, il presidente della Provincia Fabio Natta, il presidente del Consiglio Regionale Alessandro Piana, il Prefetto Silvana Tizzano, il Questore Cesare Capocasa, il comandante provinciale dei Carabinieri Andrea Mommo e il comandante della Capitaneria di Porto Marco Parascandolo.


Cerimonia che quest'anno assume una valenza doppia visto il centenario della nascita di Felice Cascione, autentico eroe imperiese della Resistenza, medaglia d'oro al valore militare. "U Megu", questo il soprannome derivato dalla professione di Cascione, fu uno dei massimi esponenti partigiani. Morì nel 1944 ad Alto sotto i colpi di fucile tedeschi senza riuscire a vedere la sua terra liberata definitivamente dall'oppressione nazista, simbolicamente il 25 aprile 1945.

Come da programma il corteo ha deposto le corone d’alloro al Monumento ai Caduti Civili e Partigiani della Val Prino e al Mausoleo della Resistenza al cimitero di Porto Maurizio, in seguito si è recato presso la chiesa del Cristo Re per la Santa Messa e al Monumento ai Caduti di piazza della Vittoria. La cerimonia è proseguita nella sala consiliare del Comune con l’orazione ufficiale del sig. Lorenzo Trucchi e interventi del sindaco Capacci, di alcuni studenti e del sindaco dei ragazzi.

Il presidente del Consiglio Regionale Alessandro Piana, presente alle celebrazioni ha dichiarato: "Ognuno di noi è debitore verso chi ha difeso strenuamente, a volte pagando il prezzo più alto, il diritto di ogni uomo a vivere in un paese libero, democratico, nella pace e nella solidarietà". Il presidente lancia un monito: "Non dobbiamo mai far venire meno, anche a distanza di molti anni e anche se i protagonisti di quella pagina della storia ormai non ci sono più, la riconoscenza per quanti hanno lottato per affermare questi valori. Il 25 aprile, dunque, è e deve restare – aggiunge - un appuntamento irrinunciabile perché in quella lotta di giovani donne e uomini sono le radici della nostra storia democratica e repubblicana e i principi che ispirarono i Padri costituenti. Questa verità – conclude - deve essere un insegnamento per tutti noi, soprattutto per i nostri ragazzi che, fortunatamente, non hanno vissuto e patito quei momenti così bui della storia italiana".

Andrea Gavi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium