/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 24 aprile 2018, 14:21

Elezioni comunali a Imperia: nel 2013 candidato Sindaco con il M5S, oggi Antonio Russo vota Claudio Scajola. "Ha le capacità per raggiungere l'obiettivo rifiuti zero"

“Io mi considero ancora grillino. Comunque non rinnego niente, ma l’aspetto politico non mi interessa. Poi, un tempo per i 5 Stelle era impensabile dialogare con gli altri. Oggi provano a governare on il Pd o la Lega. Quando io ho dialogato con Capacci ho fatto un inciucio, adesso invece si chiamano contratti per governare”

Elezioni comunali a Imperia: nel 2013 candidato Sindaco con il M5S, oggi Antonio Russo vota Claudio Scajola. "Ha le capacità per raggiungere l'obiettivo rifiuti zero"

È' stato un grillino della prima ora, e tale, Antonio Russo, si ritiene ancora oggi, nonostante un’espulsione dal MoVimento 5 Stelle con tanto di post sul blog di Beppe Grillo. Oggi, in seguito alle dimissioni dal Consiglio Comunale, è parte attiva di “Effetto Imperia”, il progetto politico che deriva dal movimento creato dal Sindaco di Parma, anche lui ex 5 Stelle, Federico Pizzarotti.

La battaglia che Russo ha portato avanti in Consiglio, per ora invano, riguarda l’adesione del suo comune alla strategia rifiuti zero. Ha a cuore talmente tanto la questione che alle prossime elezioni comunali sosterrà Claudio Scajola, tra i candidati sindaco a suo parere quello che ha mostrato maggior sensibilità sul tema.

Abbiamo intervistato l’ex 5 Stelle che ieri in un comunicato ha definito Scajola la rappresentazione della scelta migliore “per portare a compimento l’opera”.

Russo, lei voterà per Claudio Scajola?

"Sì, e se mi chiede se lo farò votare le risponderò altrettanto positivamente".

Pur se tra le righe lo ha dichiarato ieri nel comunicato stampa.

Quello che ho scritto rimane. Io mi metto a disposizione per portare a termine il progetto rifiuti zero. Questo è il mio impegno, e spero che Scajola venga eletto per portarlo a compimento quanto prima”.

Anche se lei ha a cuore solo le tematiche ambientali, auspicare l’elezione di Claudio Scajola equivale ad auspicarlo su tutto il programma.

Sono consapevole che equivale a esprimere un consenso, ma io sono sempre stato trasparente e continuo a esserlo. In passato ho appoggiato Capacci, sempre per lo stesso motivo, per cui non mi sembra ci sia da scandalizzarsi. Scajola non l’ho mai incontrato, ma dovendo scegliere tra i tre candidati che possano ambire a vincere scelgo lui. Abbo, vice Sindaco di Carlo Capacci, ha dimostrato di non essere idoneo a portare avanti il progetto, e tra Lanteri e Scajola preferisco quest’ultimo perché in lui individuo la capacità di amministrare, perché per portare a compimento la strategia rifiuti zero ci vogliono volontà e capacità. Questo al di là delle appartenenze politiche, che mi vedono distante anni luce da Scajola, ma se le suo posizioni non intaccano quello che condividiamo sull’ambiente non mi interessa nient’altro”.

Il suo programma sui rifiuti però la convince?

Attenzione, io ho chiesto che sia lui a sposare il mio di programma, non io il suo. Poi, ripeto, non ho mai incontrato Scajola, ho avuto solo un dialogo pubblico con Ivan Gianesini, che si occupa della parte ambiente del suo programma”.

Perché pensa che il M5S non possa vincere le comunali?

Hanno candidato una persona che non ha nessuna presenza sul territorio, il M5S a Imperia non ha caratteristiche per aspirare ad amministrare, come d'altronde non le avevo io nel 2013”.

Lei non sarà candidato questa volta?

No, me lo hanno chiesto in tanti, ma a me la poltrona non interessa. Io penso solo che sia possibile portare la raccolta differenziata a un certo livello, e questo voglio fare”.

Senta, ma non trova strano che un grillino della prima ora come è stato lei, si trovi ad appoggiare un politico di lungo corso come Claudio Scajola?

Io mi considero ancora grillino. Comunque non rinnego niente, ma ripeto che l’aspetto politico non mi interessa. Poi, un tempo per i 5 Stelle era impensabile dialogare con gli altri. Oggi provano a governare con il Pd o la Lega. Quando io ho dialogato con Capacci ho fatto un inciucio, adesso invece si chiamano contratti per governare”.

Cosa non ha funzionato nella sua collaborazione con Capacci?

Lui è stato una grande delusione. Ci credevo, ma gli è mancato il coraggio

E pensa che Claudio Scajola possa mantenere la promessa?

Quelle le fanno tutti, ma su questo aspetto forse lui è la persona che in questo momento può mantenerle”.

La troveremo ai banchetti a fianco dell’ex Ministro?

No, se ci saranno incontri sul tema rifiuti ci sarò sicuramente, ma mai mi vedrete a sfilate o apericena”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium