/ Politica

Politica | 21 aprile 2018, 07:14

Elezioni comunali a Imperia: gli inaspettati endorsement da sinistra a Claudio Scajola

Non sono passati inosservati alcuni endorsement riservati a Claudio Scajola candidato Sindaco di Imperia.

Elezioni comunali a Imperia: gli inaspettati endorsement da sinistra a Claudio Scajola

Non sono passati inosservati alcuni endorsement riservati a Claudio Scajola candidato Sindaco di Imperia in una lista civica che si contrappone al centro destra che supporta Luca Lanteri, e agli altri candidati: Guido Abbo per la coalizione di centro sinistra, Maria Nella Ponte per il M5S, Alessandro Casano, che correrà da indipendente e Maria Sepe di Potere al Popolo.

Tra i sostenitori dell’ex Ministro vi sono infatti, oltre alla già citata Gabriella Manfredi, figlia dell’On. della Dc Manfredi Manfredi, anche alcuni storici esponenti della sinistra cittadina, tra cui Ivan Gianesini, un passato tra i militanti della sinistra giovanile, che nel ’95 sostenne Davide Berio, il quale a sorpresa sconfisse lo stesso Scajola.

Gianesini, che ha annunciato anche la propria candidatura in Consiglio Comunale in sostegno dell’ex Ministro, ha spiegato in più post su Facebook le ragioni della sua scelta.

"1) Per come è Imperia oggi, - ha spiegato - dopo vent'anni di 'uomini nuovi', di tutte le parti politiche, secondo me è l'unico che può e deve riprendere le redini della città e rilanciarla. Ne ha l'autorevolezza e la capacità.
2) Io guardo avanti; chi vuole giudicare una persona basandosi solo sul suo passato dovrebbe fare due riflessioni simili, sebbene di origine opposte: la prima, 'chi non ha peccato, scagli la prima pietra'; la seconda, se dovessimo giudicare un'istituzione per il proprio passato, allora solo per le crociate e l'inquisizione oggi nessuno dovrebbe entrare in chiesa.
3) Scajola è appoggiato da liste civiche e non di partito.
4) La mia posizione politica NAZIONALE è ben descritta in ogni mia riflessione politica pubblicata qui su Facebook. E tale rimane.
5) Imperia, oggi, ha bisogno di persone competenti che la seguano in ogni settore. In tempi non sospetti ho offerto il mio aiuto alla città, in un passato abbastanza prossimo. Non se ne è fatto nulla. Oggi ho messo a disposizione a livello LOCALE la mia esperienza nel settore ambiente. A chi ritengo, presuntuosamente, essere DEGNO di tale offerta.
6) Il mio lavoro in Libia procede, ma mi permetterà di avere tempo per la mia città adottiva.
7) Nel mentre ricevo critiche ed insulti (indiretti) da chi non si è mai, e dico mai, esposto per fare qualcosa per Imperia, rido a quattro ganasce. Perchè io non aspetto che arrivi la grazia dal cielo per poi criticarla. Io la grazia la vado a cercare mettendoci la faccia sempre
".  

Gianesini non è il solo a dedicare parole ai più inaspettate nei confronti di Scajola. Un altro che rivaluta la sua figura è Luciano Spalla, storico titolare della pasticceria omonima, chiusa dal 2013, anche lui esponente della sinistra imperiese.

In un post diretto alla figlia di Scajola, la giornalista di Panorama Lucia, Spalla spiega che rispetto al passato, il candidato Sindaco “sia cambiato come carattere e come persona”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium