/ Attualità

Attualità | 18 aprile 2018, 18:57

Imperia: pescatori imperiesi a confronto con una delegazione del Marocco su ittiturismo e pescaturismo

Pescatori imperiesi e una delegazione marocchina a confronto sul porto di Oneglia, su pescaturismo e ittiturismo, in collaborazione con Lega Coop Pesca che ha coordinato l’incontro che si è tenuto all’infopoint sul molo di Oneglia

Imperia: pescatori imperiesi a confronto con una delegazione del Marocco su ittiturismo e pescaturismo

Pescatori imperiesi e una delegazione marocchina a confronto sul porto di Oneglia, su pescaturismo e ittiturismo, in collaborazione con Lega Coop Pesca che ha coordinato l’incontro che si è tenuto all’infopoint sul molo di Oneglia.

Erano presenti, oltre a Lara Servetti, di Lega Coop, anche Abdelaali RAHMAN, Segreteria di Stato responsabile per il turismo, Mustapha EL FERDAOUS, Delegazione della pesca marittima di M’Diq, Abdelali LOUDRHIRI, Dipartimento per la pesca marittima, Imane TAI, INRH, Mohamed EI MESBAHI, Camera della pesca nel Mediterraneo (CPM) – Tangeri, Mustapha MAZROUA, Camera della pesca nel Mediterraneo (CPM) – Tangeri, Abdeslam TAREF, Ministero dell’Interno e Remi Bellia, il consulente del programma Accobams.

“Non è la prima volta – ha detto Lara Servetti - che ospitiamo persone provenienti da altri paesi per un confronto con quelli che sono i nostri pescatori, sulle attività di pesca, le criticità, le problematiche e le opportunità. Questa delegazione è qui soprattutto per studiare le attività di pescaturismo e ittiturismo”.

Dopo l’incontro all’infopoint, la delegazione si è spostata sull’imbarcazione PingOne “l’unico ittiturismo galleggiante della provincia”.

"Sono consulente del programma Accobams, - ha detto Bellia - che è un programma che ha come obiettivo di riflettere sulle soluzioni per poter dare delle attività di diversificazione ai pescatori, soprattutto per risolvere il problema con i delfini per la pesca circuizione.

Ma anche per dare altri redditi ai pescatori come soluzione alla problematica della risorsa. È un programma che cerca di vedere come fare del pescatore una specie di ambasciatore della sua risorsa, comprendendo i delfini.

Accanto a me il signor Loudrhiri, responsabile del Ministero della pesca del Marocco, che è il punto focale per il programma Accobams al Marocco, che è incaricato della coordinazione di tutti gli attori presenti oggi, che sono venuti a vedere e studiare le buone pratiche che ci sono a Imperia, sulla pescaturismo”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium