/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | lunedì 16 aprile 2018, 13:22

Pontedassio: nuovo appalto per la raccolta rifiuti. I lavoratori chiedono chiarezza. Oggi hanno incontrato il Sindaco accompagnati dal sindacalista Uil Luigi La Marca

I tre lavoratori temono che, con il cambio dell’appalto, che, salvo eventuali ricorsi, dovrebbe essere assegnato fino al 2020 alla società cooperativa Proteo di Mondovì, la nuova ditta potrebbe non riassumerli, o quantomeno non con le stesse mansioni e lo stesso tipo di contratto sottoscritto con Idealservice, la ditta che si occupa del servizio fino al 30 giugno

C’è preoccupazione tra i dipendenti della Idealservice, la società che fino al 30 giugno prossimo si occupa della raccolta rifiuti nei comuni di Pontedassio, Chiusavecchia, Caravonica, Borgomaro, Aurigo e Lucinasco. I tre lavoratori temono che, con il cambio dell’appalto, che, salvo eventuali ricorsi, dovrebbe essere assegnato fino al 2020 alla società cooperativa Proteo di Mondovì, la nuova ditta potrebbe non riassumerli, o quantomeno non con le stesse mansioni e lo stesso tipo di contratto sottoscritto con Ideal Service.

Questa mattina, accompagnati dal sindacalista Uil Luigi La Marca, i lavoratori hanno incontrato Franco Ardissone, Sindaco di Pontedassio, comune capofila del nuovo appalto europeo, per chiedere chiarimenti sul proprio futuro e che venga applicato un articolo già inserito nel precontratto, che prevede l’assunzione dei dipendenti dalla nuova ditta.

Abbiamo appena inviato, tramite Pec, una richiesta di accesso agli atti – ha spiegato La Marca al termine dell’incontro – per avere copia del capitolato d’appalto. Abbiamo scoperto oggi che non si parla solo dei sei comuni della valle dell’Ulivo, ma in realtà è compresa la valle Arroscia. Gli operai impiegati quindi non sono più tre, ma sei. Stiamo cercando di capire se la ditta che si è aggiudicata la gara d’appalto, vuole assumere il personale con il contratto di riferimento, applicando tutte le clausole sociali, a tutela delle condizioni economiche e giuridiche dei lavoratori o applicare altri tipi di contratti atipici. Adesso faremo un passaggio in Regione dalla dott.ssa Gadini, che si occupa di questo appalto europeo. Dopodiché ci fermeremo solo quando avremo le garanzie che ai lavoratori gli venga applicato il contratto di riferimento, e che tutto il personale impiegato nelle due vallate, sia assorbito dal subappalto”.

I nodi da sciogliere dunque riguardano anche il numero dei lavoratori impiegati per il servizio di raccolta che, secondo le nuove modalità dovrebbe prevedere un porta a porta spinto e in prossimità, ciò comporterebbe la necessità di assumere nuovi dipendenti.

L’incontro – ha commentato il Sindaco – è andato bene. Come Comune siamo contenti di poter dare una mano a chi lavora sul territorio. La gara al momento è ancora in corso, ci sono trentacinque giorni per presentare ricorso, ma spero di poter partire entro la fine dell’estate con la nuova ditta”.

Francesco Li Noce e Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore