/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 16 aprile 2018, 11:36

Tenda bis: Grandi Lavori Fincosit pronta a rispondere ad Anas nelle sedi opportune

"Le inadempienze non sono a noi imputabili". E' questa la linea, per ora ufficiosa, dell'azienda, già espressa nella lettera inviata a tutti i soggetti coinvolti negli scorsi mesi. Limone On ha costituito con la Lift, il Comune di Limone e Vernante un Comitato Pro Tunnel del Tenda denominato “LiberTenda e della viabilità di accesso”.

Continua lo stato di agitazione dei lavoratori Fincosit, l'azienda che ha vinto l'appalto per realizzare il "Tenda Bis" e che, una decina di giorni fa, ha ricevuto l'informativa da Anas sullo scioglimento del contratto d'appalto.

L’importo complessivo dell’opera è pari ad € 176.260.982. I lavori sono stati consegnati il 21/11/2013 e l’ultimazione era prevista entro febbraio 2020. La situazione di stallo attuale non lascia presagire nulla di buono, purtroppo.

Anas, nella nota ufficiale che annunciava lo scioglimento, aveva parlato di "gravi inadempienze dell’impresa costruttrice Grandi Lavori Fincosit, in particolare è stato imposto ripetutamente alla ditta l’allontanamento del materiale di smarino dal cantiere. A causa delle ripetute inadempienze della ditta, Anas, come detto, ha provveduto alla rescissione del contratto in danno”. 

Dall'altro lato, Grandi Lavori Fincosit ha respinto, punto per punto, le inadempienze che le sono state imputate. Non solo, chiede proprio ad Anas di voler rimuovere ogni ostacolo per la regolare prosecuzione del contratto. Lo ha fatto in una lettera dello scorso 22 novembre, inoltrata per conoscenza alla Prefettura di Cuneo, alla Regione Piemonte, al Comune di Cuneo e alla Confcommercio il 5 febbraio 2018.

Che cosa succederà? Difficile prevederlo. Anche se ci sono pochi dubbi sul fatto che Grandi Lavori Fincosit replicherà nelle sedi opportune, come, ufficiosamente, ci ha confermato.

Nel frattempo, dopo l'annunciato scioglimento del Tavolo di coordinamento sul Tunnel di Tenda, coordinato da Confcommercio Cuneo, sono stati il Comune di Cuneo e l'ente Provincia ad avanzare la richiesta di un nuovo tavolo di monitoraggio, per controllare e sollecitare l'Anas a risolvere rapidamente la situazione di stallo creatasi ed a garantire il futuro occupazionale dei lavoratori addetti alla costruzione del tunnel tramite l'applicazione della ‘clausola sociale’.

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore