/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 15 aprile 2018, 19:29

Continua lo stato di agitazione degli operai Fincosit, l'azienda che ha vinto l'appalto per realizzare il 'Tenda Bis'

Lunedì 16 e martedì 17 aprile i lavoratori manifesteranno dalle 8 alle 12 e si riuniranno in assemblea dalle 14,30 alle 15,30

Continua lo stato di agitazione degli operai Fincosit, l'azienda che ha vinto l'appalto per realizzare il 'Tenda Bis'

Continua lo stato di agitazione dei lavoratori Fincosit, l'azienda che ha vinto l'appalto per realizzare il "Tenda Bis", il raddoppio del valico transfrontaliero di Limone Piemonte.

Lunedì 16 e martedì 17 aprile i lavoratori manifesteranno dalle 8 alle 12 e si riuniranno in assemblea dalle 14,30 alle 15,30. La manifestazione, iniziata con il presidio di mercoledì 11 aprile, è indetta da Filca Cisl e Feneal Uil.

Nei giorni scorsi Anas ha comunicato la volontà di sciogliere il contratto con l'azienda romana per "gravi inadempienze". Dopo la riapertura del cantiere a seguito del sequestro dello scorso 24 maggio – su cui sono ancora in corso le indagini – avvenuta lo scorso autunno, i lavoratori operanti  sul nuovo tunnel erano circa 25. Secondo fonti sindacali, prima dello scioglimento del contratto, in questi giorni ci sarebbe dovuto essere un incremento di 10-15 unità. Incremento che avrebbe portato l’organico a 40 dipendenti Fincosit operanti alla realizzazione del raddoppio. Numero che si sarebbe avvicinato all’organico a pieno regime (con le aziende subappaltate si contavano nel cantiere circa 100 maestranze).

Venerdì 13 aprile i lavoratori sono stati raggiunti da una delegazione composta dalla parlamentare PD Chiara Gribaudo, dall'assessore di Cuneo Mauro Mantelli e dal sindaco di Limone Angelo Fruttero. Comune di Cuneo e Provincia hanno avanzato la richiesta di creare un nuovo Comitato di monitoraggio sul Tenda bis per controllare e sollecitare l'Anas a risolvere rapidamente la situazione di stallo creatasi ed a garantire il futuro occupazionale dei lavoratori addetti alla costruzione del tunnel tramite l'applicazione della ‘clausola sociale’.

Il precedente tavolo di coordinamento, guidato dal presidente di Confcommercio Luca Chiapella, era stato sciolto a fine marzo.

Cristina Mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium