/ Arma Taggia Valle Argentina

Che tempo fa

Cerca nel web

Arma Taggia Valle Argentina | 25 marzo 2018, 07:14

Triora: testamento biologico, a breve nascerà il registro delle disposizioni anticipate di trattamento

La pratica è stata voluta dal vicesindaco Cristian Alberti ed ha trovato il parere favorevole di maggioranza ed opposizione.

Cristian Alberti

Cristian Alberti

Triora si prepara ad introdurre il registro delle disposizioni anticipate di trattamento (D.A.T), più comunemente noto come il testamento biologico. La pratica sarà vagliata nel prossimo consiglio comunale del paese delle streghe, in programma il 30 marzo 2018, alle 16.

La pratica è stata fortemente voluta dal vicesindaco Cristian Alberti ed ha trovato l’appoggio unanime di maggioranza e minoranza. Che cos’è il DAT? Con Dichiarazioni Anticipate di Trattamento si indicano documenti con i quali una persona, dotata di piena capacità, esprime la sua volontà circa i trattamenti ai quali desidererebbe o non desidererebbe essere sottoposta nel caso in cui, nel decorso di una malattia o a causa di traumi improvvisi, non fosse più in grado di esprimere il proprio consenso o il proprio dissenso informato.

Nel paesino dell’alta valle Argentina si tratta di una novità per i poco più di 300 residenti. Ora che si è sparsa la voce c’è chi si chiede come funzionerà. “Ci sarà una manifestazione di volontà di una persona che indica in anticipo i  trattamenti medici cui  essere o non essere sottoposta in caso di malattie o traumi cerebrali che determinino una perdita di coscienza definibile come permanente ed irreversibili. - spiega il vicesindaco Alberti - Verrà nominato un fiduciario che intervenga nel caso in cui la persona diventi incapace di comunicare consapevolmente con i medici. Questo soggetto verrà chiamato a dare fedele esecuzione alla volontà espressa per ciò che concerne le decisioni riguardanti i  trattamenti sanitari da eseguire”

C’è stata richiesta in paese? “Non è che ci sia una vera e propria necessità.
- precisa Alberti - Credo sia una opportunità o meglio una conquista di un diritto importante e serio”.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium