/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 23 marzo 2018, 17:15

Taggia: vicenda dei "furbetti del cartellino", il Pubblico Ministero chiede l'assoluzione per Dante Candeloro

Il giudice Caterina Lungaro ha rinviato l’udienza al prossimo 20 aprile. Candeloro è assistito dall’avvocato Bruno Di Giovanni

Taggia: vicenda dei "furbetti del cartellino", il Pubblico Ministero chiede l'assoluzione per Dante Candeloro

Il Pubblico Ministero Barbara Bresci ha chiesto l’assoluzione, per insufficienza di prove, nei confronti dell’ex dipendente del Comune di Taggia Dante Candeloro, accusato di truffa nell’ambito del processo sui cosiddetti “furbetti del cartellino”, la vicenda che ha riguardato Candeloro e altri dipendenti che, secondo un’indagine della Guardia di Finanza, coordinata dalla Procura di Imperia, tra il giugno 2012 e l’aprile 2013, si erano resi protagonisti di diversi episodi di assenteismo.

Il giudice Caterina Lungaro ha rinviato l’udienza al prossimo 20 aprile. Candeloro è assistito dall’avvocato Bruno Di Giovanni.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium