/ POLITICA

In Breve

martedì 25 giugno

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 21 marzo 2018, 07:41

Bordighera: un ascensore dalla vecchia galleria ferroviaria alla pineta di Sant’Ampelio, Pallanca “Ho dato mandato agli uffici di studiarne la fattibilità”

Si tratta di uno spazio importante, una galleria lunga circa 130 metri che andrà ad unirsi alla riqualificazione del camminamento che porta alla chiesta di Sant’Ampelio, al rifacimento del sagrato di quest’ultima che avrà una continuità con la nuova Rotonda.

Bordighera: un ascensore dalla vecchia galleria ferroviaria alla pineta di Sant’Ampelio, Pallanca “Ho dato mandato agli uffici di studiarne la fattibilità”

A seguito dell’incontro avvenuto nel mese di dicembre con Regione Liguria dove era stato definito il percorso della pista ciclabile di pertinenza del Comune di Bordighera, l’Amministrazione della città delle palme, insieme ai tecnici incaricati, ha preso visione degli elaborati grafici e planimetrici. 

La pista ciclabile, come previsto, dovrebbe partire dall’ingresso della galleria del porto e seguire il tratto parallelo alla linea ferroviaria per poi ricongiungersi con l’attuale pista ciclabile sulla nuova passeggiata mare che collega Bordighera a Vallecrosia. E’ proprio nella riunione di ieri che il Sindaco Pallanca ha dato mandato agli uffici di avviare uno studio di fattibilità per la realizzazione di un’ascensore che dalla vecchia galleria ferroviaria possa arrivare alla pineta di Sant’Ampelio.

“Ho dato un’indicazione importante - spiega al nostro giornale - la pista ciclopedonale partirà dal porto, dove c’è una galleria per così dire ‘morta’, che può essere valorizzata con quest’opera. Ho chiesto ai tecnici di evidenziare alla Regione che proprio lì la parte di pista ciclabile destinata alle biciclette non dovrà essere preponderante su quella pedonale. Vorrei che quell’area diventasse una sorta di ‘museo aperto’, magari dedicato al santuario dei cetacei, dove la gente possa andare a prescindere dall’avere o meno la bicicletta.” 

Si tratta di uno spazio importante, una galleria lunga circa 130 metri che andrà ad unirsi alla riqualificazione del camminamento che porta alla chiesa di Sant’Ampelio, al rifacimento del sagrato di quest’ultima che avrà una continuità con la nuova Rotonda. 

“Il disegno del sagrato - continua Pallanca - è una foglia di palma che si innesta all’interno della rotonda. Non saranno due corpi separati, ma contigui, ci sarà così un rapporto di continuità fra la chiesa e quello che ci sarà davanti. L’idea è quella di creare una cerniera fra il borgo storico e la città bassa - conclude Pallanca - che possa avere un coerenza dal punto di vista architettonico.”

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium