/ IN&OUT

In Breve

domenica 09 giugno
domenica 19 maggio
martedì 14 maggio
domenica 12 maggio
domenica 21 aprile
domenica 07 aprile
domenica 17 febbraio
domenica 16 dicembre
domenica 02 dicembre
domenica 18 novembre

IN&OUT | 18 marzo 2018, 07:21

Dalla Mongolia all'Accademia di Belle Arti di Sanremo. La storia di Ariuka “Qui ho visto il mare per la prima volta”

Ariuka ha 19 anni ed è nata e cresciuta in Mongolia. Ad ottobre è arrivata nella città dei fiori per studiare architettura d'interni e design all’Accademia di Belle Arti.

Ariuka all'Accademia di Belle Arti di Sanremo

Ariuka all'Accademia di Belle Arti di Sanremo

Ariuka ha 19 anni ed è nata e cresciuta in Mongolia. Il 6 ottobre è arrivata nella città dei fiori con un treno da Milano, dopo 11 ore di volo che l’hanno portata per la prima volta in Italia. Ha scelto il corso di architettura d'interni e design all’Accademia di Belle Arti di Sanremo, realizzando un desiderio: studiare l’arte e la cultura del nostro Paese.

Grazie ad un progetto di cooperazione internazionale, Ariuka ha avuto l’opportunità di immatricolarsi e iniziare un percorso formativo di tre anni intrapreso da altri studenti stranieri, soprattutto cinesi.  Mentre parliamo, i suoi occhi sorridenti, esprimono tutto l'entusiasmo di questo momento.

Questa città mi piace molto, quando sono arrivata ero un po' disorientata ma qui ho visto per la prima volta il mare - racconta parlando in inglese e in italiano - studiare in Europa è sempre stato il mio desiderio fin da bambina. All’inizio pensavo di andare in Francia ma poi durante l’esperienza universitaria ho scoperto l’arte italiana e mi sono detta: devo andare lì”.

Inseguendo il suo sogno, Ariuka ha interrotto gli studi universitari a Ulan Bator (Capitale della Mongolia ndr) e si è subito data da fare per imparare l’italiano. “Ho studiato per 5 mesi in un centro linguistico dove ho conosciuto un professore di Roma da dieci anni in Mongolia e insieme a sua moglie mi ha aiutata a scegliere questa accademia” spiega.

Ricordo che quando proposi a mia madre l’idea di andare in Francia mi disse di no e che avrei dovuto finire gli studi. Poco tempo dopo, di fronte alla mia scelta italiana, rimasi stupita della sua reazione. Lei si mise a piangere dalla felicità, aveva capito la mia passione e allora mi diede il suo appoggio”.

L’esperienza di Ariuka è un sogno diventato realtà grazie alla sua determinazione e al sostegno della famiglia. “A casa ho i miei genitori, due sorelle più piccole e un fratello, comunichiamo tutti i giorni con le videochiamate nonostante il fuso orario - confida - la mia famiglia è molto importante per me, loro mi sostengono. Inizialmente ero preoccupata, ma questa è una fase della mia vita, una prova per me. Sono felice di questa esperienza, ho capito che sono in grado di stare da sola e che va tutto bene”.

Una volta arrivata a Sanremo, Ariuka è stata accolta dai responsabili dell’Accademia che l’hanno seguita fin dal primo giorno. Poi le amicizie hanno fatto il resto. "Tutti i miei colleghi sono miei amici, Beatrice è la mia compagna di classe di Sanremo, mi sta aiutando molto - ci racconta la studentessa - Con i professori mi trovo bene, sono tutti gentili. Mi piace questa scuola e Sanremo è bella anche se molto più piccola della città dove sono cresciuta. L’unico problema è che è un po’ più costoso vivere qui rispetto alla Mongolia”.

Per non essere di peso alla sua famiglia, Ariuka si è impegnata a trovare una piccola occupazione. "Quando sono arrivata ho iniziato a cercare un lavoro per me, ho scritto da sola il mio curriculum, ho chiesto ai bar e i ristoranti “Scusate sto cercando lavoro, avete bisogno di un aiuto?” Ma non ho ancora trovato un posto”.

Intanto in questi primi mesi di esperienza ligure, la studentessa dalla Mongolia ha iniziato a visitare alcune località turistiche e a scoprire la nostra terra anche del punto di vista gastronomico. "Sono stata a Genova e in Costa Azzurra con una collega russa anche lei studentessa in Accademia - aggiunge - Mi piace molto la cucina italiana, in Mongolia avevo già mangiato il pesce ma gustarlo qui davanti al mare è un’altra cosa. Adoro la sardenaira e la torta verde".

Entusiasmo, coraggio e determinazione sono i punti di forza di una studentessa che ha scelto Sanremo e non una grande città come prima esperienza di vita. Un talento da ammirare che crescerà cogliendo il meglio dell'Italia, portando nel cuore la città dei fiori.

Silvia Iuliano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium