/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | sabato 17 marzo 2018, 12:22

Taggia: continua a piovere su San Benedetto, rinviata alle 17 la rievocazione della Battaglia del 1625

Dopo il rinvio di febbraio nuova tegola meteorologica sul weekend di festa nel borgo tabiese.

La pioggia continua a disturbare le manifestazioni della nostra provincia. Dopo il rinvio di febbraio a questo weekend, non c'è pace per i festeggiamenti di San Benedetto a Taggia. Poco fa il Comitato organizzatore ha deciso di spostare la rievocazione della Battaglia, dalle 15 alle 17. Lo spettro del maltempo quest’anno sembra accompagnare il tradizionale appuntamento con la storia del borgo tabiese.

La preoccupazione di ieri, quindi, è stata confermata e, la rievocazione della Grande Battaglia del 1625, in programma oggi, slitta quindi di due ore.  Oggi, oltre all’appuntamento con la Battaglia, è stato aperto il mercatino dell’artigianato e di prodotti tipici, a partire dalle 10. 

Domani spazio alla storia con i quadri viventi sparsi nel centro storico di Taggia, dove i rioni daranno vita al cuore pulsante della manifestazione. Dalle 10 alle 13.30, girando nei carruggi sarà possibile assistere alle scene di vita antica riprodotte in modo magistrale da attori non professionisti, in un climax che raggiunge l'apice con il Corteo Storico che prenderà il via alle 15.30 da piazza del Colletto per arrivare alle 16.30 in piazza Cavour, dove ci sarà il gran finale con la proclamazione dell’editto del tempo. Il momento in cui Taggia ha deciso di ricordare per sempre il salvataggio del borgo grazie appunto a San Benedetto Revelli.

L’amministrazione comunale ha messo a disposizione gratuitamente il Parcheggio Quarté. Sarà possibile posteggiare senza pagare: oggi e domani, dalle 8 alle 20. La sosta tornerà ad essere a pagamento nella notte a cavallo tra le due giornate, al costo di 1 euro. Inoltre, per la giornata di domani sarà attivo, dalle 9 alle 18, il servizio di bus navetta gratuito, con partenza dalla stazione ferroviaria di Taggia e arrivo nel centro cittadino.

 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore