/ Politica

Politica | 16 marzo 2018, 09:24

Vallecrosia: dopo la riunione di mercoledì sull'ex Tonet Armando Biasi risponde a Fabio Perri

“Sono fiducioso che nel prossimo futuro si possa affrontare le tematiche di interesse generale in confronti dove ci possa essere la possibilità di informare e dire la verità ai cittadini.

Vallecrosia: dopo la riunione di mercoledì sull'ex Tonet Armando Biasi risponde a Fabio Perri

“Mi dispiace risponderle attraverso Sanremo News, perché in questa città sembra proibito parlare e approfondire temi di interesse generale in luoghi pubblici o dove i cittadini possano esprimere la propria opinione senza che si fraintendano le intenzioni. Non vorrei farla troppo lunga perché nel suo intervento lei focalizza due aspetti in merito alla riunione del comitato genitori”.

Risponde in questo modo il candidato a Sindaco di Vallecrosia, Armando Biasi, all’intervento dell’altro candidato, Fabio Perri, di ieri sul nostro giornale. “Mi chiede dove sono stato negli ultimi cinque anni e come mai lei in questi mesi non ha difeso il bene comune chiamato scuola. Negli ultimi sette mesi è risaputo, svolgo corsi di formazione amministrativa, aperta ai cittadini le chiedo scusa di non averla invitata. In quanto lei sa che ogni cinque anni in modo democratico nei Comuni Italiani vengono svolte regolari elezioni. Nel 2013 Vallecrosia ha potuto eleggere i suoi rappresentanti, lei è stato eletto per difendere e vigilare gli atti amministrativi essendo un capogruppo della minoranza, in nome del popolo Italiano. Per ciò che mi riguarda, soddisfo la sua curiosità negli ultimi 5 anni non essendo candidato alle elezioni e non avendo un ruolo pubblico di rappresentanza dei cittadini ho continuato a svolgere la mia attività professionale come geometra, e svolgo attività di volontariato gratuito da oltre 4 anni per una cooperativa sociale per le persone anziane. Inoltre ho potuto osservare come cittadino il declino della città di Vallecrosia, qualche volta sono venuto ad assistere ai Consigli Comunali per poter valutare le vostre attività amministrative, purtroppo il mio giudizio non è positivo”.

“Tornando al tema fondante che lei intelligentemente non ha preso in considerazione le chiedo come sia stato possibile che lei e la sua collega Russo abbiate avallato il progetto delle opere pubbliche che determineranno il declino della nostra scuola pubblica ‘A. Doria’. Per completezza di informazioni che lei mi ha chiesto, alla riunione di mercoledì ero presente come genitore perché mia figlia frequenta la seconda media. Quando ho visto che i componenti della minoranza non hanno chiarito alcune dinamiche dell’iter autorizzativo ho ritenuto corretto esprimere un mio punto di vista tecnico avendo letto la delibera e visto il progetto che affosserà la scuola”.

“Sono fiducioso – termina Biasi - che nel prossimo futuro si possa affrontare le tematiche di interesse generale in confronti dove ci possa essere la possibilità di informare e dire la verità ai cittadini. Le auguro un buon lavoro di Consigliere Comunale”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium