/ Economia

Economia | 15 marzo 2018, 05:00

La Juventus di Allegri verso il record del settimo titolo

E’ vero che i tanti infortuni hanno caratterizzato l’inizio di questo 2018, dove ci sono state prove non del tutto convincente, ma con i vari reparti che hanno sempre dato e ottenuto il massimo

La Juventus di Allegri verso il record del settimo titolo

Dopo aver ottenuto la qualificazione ai quarti di finale di Champions e la riconquista del primo posto in campionato, per la Juventus di Massimiliano Allegri, sta per iniziare una nuova fase altamente impegnativa e competitiva. E’ vero che i tanti infortuni hanno caratterizzato l’inizio di questo 2018, dove ci sono state prove non del tutto convincente, ma con i vari reparti che hanno sempre dato e ottenuto il massimo. Non è un caso se la Juventus non ha perso nessuna gara, né in campionato né nelle coppe, dall’inizio dell’anno. Ha prima tenuto testa e poi superato in scioltezza il Napoli di Sarri, che è pur sempre una della rilevazioni e della squadre attualmente più competitive del nostro campionato.

Così, dopo aver raggiunto la vittoria nei minuti finali contro la Lazio di Simone Inzaghi, la Juventus è tornata a vincere in Champions e grazie allo stop del Napoli contro l’Inter, è tornata saldamente a guidare la classifica di serie A. Adesso, nonostante sarà difficile mantenere questa media punti, per i bianconeri l’obiettivo del settimo scudetto appare più vicino, così come la seconda finale consecutiva in Champions League. Nonostante le molte critiche sul gioco e sulla presunta fine di un ciclo, per via del fatto che probabilmente Gianluigi Buffon, lascerà a fine anno, così come Barzagli, la Juventus continua a superare record e ad ottenere il massimo da una rosa di giocatori e di campioni di prima grandezza.

 C’è stato qualche infortunio di troppo, come quello occorso a Bernardeschi, ma il ritorno di Paulo Dybala, nell’anno del mondiale in Russia, è stata la migliore notizia possibile per l’ambiente bianconero. Così, se la vittoria in Champions è un sogno da raggiungere, le sfide in campionato e la finale in Coppa Italia, sono un’assoluta certezza. E’ vero che il campionato è ricco di insidie, specialmente per via del fatto che a partire dall’undicesima giornata la Juventus dovrà affrontare sfide impegnative come quelle con Milan e Sampdoria, mentre lo ha ricordato più volte anche Allegri, questa stagione si deciderà durante le ultime 5 gare del campionato di serie A dove i bianconeri dovranno incontrare Napoli Inter e Roma. Formazioni che hanno tutte grandi ambizioni in prospettiva Champions e che daranno il massimo contro i campioni d’Italia in carica.

Non bisogna però sottovalutare nessuna gara, nemmeno quelle sulla carta dall’esito più scontato come Benevento, Verona o la trasferta di Crotone. Non a caso tutte formazioni che stanno lottando per la permanenza nella massima divisione. Nonostante tutto però, questa Juventus può contare su risorse ed energie illimitate e su uno dei migliori tecnici in assoluto. Una delle qualità che questa squadra riesce a vantare è infatti la compattezza nei vari reparti, oltre alle individualità, che sono state gestite con sapienza da Allegri e dal suo team. La possibilità di puntare su top player con anni di esperienza oltre ai veterani che ci tengono davvero molto a centrare tutti gli obiettivi di questa intensa e imprevedibile stagione, ancora in corso.   

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium