/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. saranno disponibili a partire dal 70° giorno (intorno al 20...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | giovedì 08 marzo 2018, 12:49

Rischia 5 anni di carcere per aver aiutato due minori ad entrare in Francia, l'appello di Amnesty International Italia per Martine Landry

Amnesty chiede di manifestare solidarietà a Martine con cartoline, lettere e messaggi. La prossima udienza è fissata per l'11 Aprile

Martine Landry

"Il 28 luglio 2017, la polizia italiana ha rimandato, a piedi, due minori stranieri non accompagnati in Francia. Martine Landry li ha accolti sul lato francese della frontiera tra Menton e Ventimiglia per accompagnarli alla polizia di frontiera. I due minori, entrambi di 15 anni e di origine guineana, sono stati in seguito presi in cura dall'Assistenza sociale per i bambini”. Su quanto sta accadendo a

Per aver ‘facilitato l'ingresso di due minori stranieri illegali’, Martine rischia fino a cinque anni di reclusione e una multa di 30.000 euro. Dal 2002 Amnesty International Francia ha affidato a Martine Landry l’incarico di organizzare una missione di consulenza legale per i richiedenti asilo e di monitoraggio sulla garanzia dei diritti al confine tra Francia e Italia. Il 14 febbraio è iniziato il suo processo.

Invia a Martine un messaggio di solidarietà e dille che non è sola:

Entro il 16 aprile scrivi una cartolina, una lettera, un messaggio di solidarietà per Martine utilizzando il mezzo che preferisci e invialo a:

Amnesty International Italia
c/o Tina Marinari
Via Magenta 5
00185 Roma".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore