/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | lunedì 26 febbraio 2018, 13:34

Manifesto Politico Coldiretti, Giorgio Mulè: “Istituire il Ministero del Cibo italiano”

Giorgio Mulè

“Accolgo la sollecitazione di Coldiretti di istituire un Ministero del Cibo, aggiungerei però l’aggettivo italiano per dare maggiore forza e prestigio al settore agroalimentare che rappresenta un’eccellenza indiscussa del nostro Paese”. È quanto ha dichiarato Giorgio Mulè, candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale Sanremo – Imperia e capolista di Forza Italia nel collegio plurinominale Liguria 1, intervenendo all’incontro a Diano Marina per la sottoscrizione del Manifesto Politico di Coldiretti.

“I punti del nostro programma che riguardano il settore agroalimentare – ha aggiunto - sposano in pieno le richieste di Coldiretti. Mi riferisco, in particolare, all’introduzione dell’etichettatura obbligatoria di tutti gli alimenti prodotti in Italia e all’estero; all’avviamento di un processo di semplificazione della burocrazia per le piccole e grandi aziende agricole; all’eliminazione del segreto sulle importazioni di prodotti alimentari; e all’approvazione definitiva del disegno di legge sui reati alimentari”.

“A livello locale – ha concluso - è necessario focalizzare l’attenzione sull’olivicoltura, attivando le procedure per la richiesta dell’estensione della DOP  Oliva Taggiasca a un maggior numero di comuni, e sulla floricoltura, favorendo una maggiore collaborazione tra l’Istituto Regionale per la Floricoltura e il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell’economia agraria”.   

C.P.E.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore