/ POLITICA

POLITICA | 24 febbraio 2018, 15:00

Rinnovato a livello nazionale il contratto per i lavoratori della Sanità: in provincia riguarda oltre 2000 dipendenti Asl

Sono state salvaguardate le 36 ore settimanali senza concedere nessuna deroga alle 11 ore di riposo continuativo e sono stati inseriti 15 minuti per la vestizione e vestizione.

Rinnovato a livello nazionale il contratto per i lavoratori della Sanità: in provincia riguarda oltre 2000 dipendenti Asl

E’ stato sottoscritto ieri anche il rinnovo del Contratto di Lavoro del settore Sanità, che oltre 600.000 lavoratori attendevano da circa 10 anni. Lo confermano in una nota il Segretario Confederale UIL Antonio Foccillo e il Segretario Generale UIL FPL Michelangelo Librandi dopo oltre 28 ore di trattative con l’Aran.

Anche in questa pre-intesa sono stati mantenuti gli impegni sottoscritti nel protocollo d'intesa del 30 novembre 2016 con il Governo. E’ previsto un incremento medio contrattuale di 85 euro salvaguardando il bonus degli 80 euro. Un importante risultato raggiunto è quello della contrattazione decentrata, con la possibilità di aumentare l’indennità di disagio, di reperibilità e turnazione.

Il contratto ha decorrenza dal 1° gennaio 2016, con incremento a regime dal 1° aprile prossimo. Anche per i lavoratori della Sanità della nostra provincia, nella busta paga di aprile ci sarà l'incremento contrattuale a regime e gli arretrati che si attestano oltre i 400 euro. Sono state salvaguardate le 36 ore settimanali senza concedere nessuna deroga alle 11 ore di riposo continuativo e sono stati inseriti 15 minuti per la vestizione e vestizione elevabili sino a 19 con la contrattazione decentrata.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium