/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 23 febbraio 2018, 10:55

A Cuneo si presenta la candidatura Unesco delle Alpi del Mediterraneo: presente anche la nostra provincia

Venerdì 23 febbraio alle ore 10.30, presso il Centro incontri della Provincia. Interverrà anche Gian Luca Galletti, il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Foto di Roberto Malacrida

Foto di Roberto Malacrida

Lo scorso 31 gennaio, il Ministro per l’Ambiente Gian Luca Galletti ha consegnato all’Unesco (Parigi) il dossier definitivo di candidatura a Patrimonio mondiale dell’Umanità delle Alpi del Mediterraneo, un’area che comprende il territorio di tre stati: Italia, Francia e Principato di Monaco.

Nello specifico il sito delle “Alpi del Mediterraneo”, con una superficie totale di 268.500 ettari tra terra (60%) e mare (40%), comprende porzioni significative delle alte valli cuneesi tra Stura e Tanaro, dell’entroterra del Ponente ligure, del Mercantour e della Costa Azzurra, oltre al vasto tratto di mare tra Nizza e Ventimiglia. Tutto il territorio interessato è posto all’interno di parchi (Marittime, Marguareis, Alpi Liguri, Mercantour) o di Siti di Importanza Comunitaria. Ben settantanove i Comuni coinvolti, ventotto dei quali in territorio italiano.

Al centro della candidatura c’è la storia geologica, e particolare importanza rivestono il massiccio cristallino dell’Argentera e il complesso carsico del Marguareis. Secondo quanto riportato nel comunicato ufficiale della Commissione Unesco “Si tratta di un sistema geologico di grande importanza per lo studio della geodinamica della Terra che, in uno spazio di appena 70 chilometri, collega il ghiacciaio più meridionale delle Alpi agli abissi più profondi del Mediterraneo occidentale. Le Alpi del Mediterraneo sono l’unico sito conosciuto in cui sono visibili le testimonianze di tre cicli geodinamici successivi, lungo un periodo di 400 milioni di anni. Il territorio del sito è particolarmente interessante dal punto di vista della biodiversità, grazie alle caratteristiche geomorfologiche e climatiche legate al passaggio rapido dall’ambiente alpino all’ambiente mediterraneo.

Quest'oggi, la candidatura Unesco delle Alpi del Mediterraneo sarà presentata alla stampa, agli amministratori locali e ai politici. All'appuntamento, al Centro incontri della Provincia di Cuneo (Corso Dante 41), interverrà anche Gian Luca Galletti, il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che il 31 gennaio scorso ha presentato al World Heritage Center, di Parigi la candidatura, anche per conto della Francia e del Principato di Monaco.

Alla presentazione in rappresentanza dei partner di progetto ci saranno: Laurent Scheyer, Directeur Adjoint du Parc National du Mercantour; Giuliano Maglio, Presidente Parco Alpi Liguri; Luigi Minuto, Presidente Area Protetta Giardini Botanici Hanbury; Laurence Dalstein Richier, Département des Alpes-Maritimes; Philippe Mondielli, Fondation Prince Albert II de Monaco

Contributi di: Paolo Salsotto, Presidente GECT Marittime - Mercantour; Alberto Valmaggia, Assessore Regione Piemonte - Ambiente, Montagna, Foreste, Parchi; Stefano Mai, Assessore Regione Liguria - Agricoltura; Edoardo Rixi, Assessore Regione Liguria - Sviluppo economico; Federico Borgna, Presidente Provincia di Cuneo, Sindaco Città di Cuneo; Fabio Natta, Presidente Provincia di Imperia; Ferruccio Dardanello, Presidente Camera di Commercio di Cuneo; Domenico Genta, Presidente Fondazione CRC

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium