/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 14 febbraio 2018, 12:32

Sanremo: inversione di marcia in via Galilei, l’analisi post esordio e la soluzione per il ‘tappo’ della sera

Intervento in diretta per tarare il semaforo all’incrocio con via De Amicis. Avrà tempi diversi a seconda delle fasce orarie

Il semaforo all'incrocio con via De Amicis

Il semaforo all'incrocio con via De Amicis

Sono giorni di sperimentazione per quella che, a sua volta, è una sperimentazione. L’inversione di marcia in via Galileo Galilei è realtà da poco più di 24 ore e in molti già vogliono avere un’opinione in merito. Ma la fretta, mai come in questi casi, non è certo la soluzione migliore. Serve tempo per stilare un bilancio e serve tempo anche per tarare un progetto rivoluzionario per la complessa viabilità cittadina sanremese.

Ieri è stata una giornata di alti e bassi, tutto bene al mattino, un po’ meno la sera. Ma la cosa non ha certo colto impreparati i tecnici impegnati nella programmazione dei semafori e nella gestione de traffico. Ma andiamo per punti.

La mattina
Tutto liscio, oltre ogni aspettativa. All’uscita dell’Aurelia Bis era lo stesso Assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Trucco ad accogliere gli automobilisti proponendo la soluzione di via Galilei a chi doveva andare in direzione Ventimiglia. Il traffico scorreva regolare, il semaforo all’incrocio con via De Amicis smaltiva la coda in un solo ‘giro’ di verde senza particolari problemi. L’esordio è stato più che soddisfacente. Nessun particolare problema anche per le scuole.

La sera
Cambio radicale dalle 18.30 alle 19.30, l’ora che ha generato le code segnalate da molti residenti anche sui social. Ma c’è anche il lato mezzo pieno del bicchiere, ovvero la netta diminuzione del traffico serale in centro, nonostante la pioggia che, come noto, crea sempre problemi nelle ore di punta. Il motivo delle code è stato subito individuato e affrontato .

Il semaforo
È lui il colpevole dei rallentamenti serali? Molto probabilmente sì. I tecnici si sono subito accorti che il traffico serale ha bisogno di tempi ben diversi rispetto a quello del mattino e del pomeriggio. E, quindi, sono intervenuti per riprogrammare il sistema. La sera, quindi, saranno diverse le tempistiche per permettere una maggiore scorrevolezza delle auto in via Galilei. Come? Si sacrificherà qualche secondo di luce verde a scendere da via De Amicis. È stato infatti verificato come al mattino ci sia molto traffico in discesa da via De Amicis mentre, la sera, si propone il flusso contrario per via del ritorno a casa. eE ecco che l’alternanza tra rosso e verde è stata riprogrammata. E già ieri, dopo le code delle 18.30, la situazione è gradualmente migliorata.

La curiosità…
C’è poi un ultimo elemento, del tutto inaspettato: i curiosi. In tanti ieri hanno percorso via Galilei anche se non ne avevano la necessità. O, meglio, molti hanno scelto la nuova viabilità passando dal ‘Polo Nord’ per raggiungere il centro in uscita dall’Aurelia Bis, quando invece si poteva scegliere la ‘vecchia’ via Pietro Agosti. Una tendenza che si spera sia stata generata dal classico effetto novità senza repliche nei giorni successivi. Arrivando dall’Aurelia Bis ci sono due opzioni, via Galilei è consigliata solo a chi deve andare in zona Foce o verso Ventimiglia oltre, ovviamente, ai residenti. Chi deve andare in centro può utilizzare via Pietro Agosti.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium